Sondaggio di Collianiene.org – Le risposte dei cittadini indicano al 1° posto i roghi tossici

4 ottobre 2013 – La prima considerazione che mi viene in mente dando un’occhiata ai dati del sondaggio che abbiamo promosso è relativa alla massiccia risposta degli abitanti di questo quartiere. La voglia di partecipazione alla politica territoriale non è solo un dato statistico ma un sentimento di cui gli amministratori pubblici devono tenere conto anche se, è bene precisarlo, la limitata campionatura fornisce solo un indirizzo della volontà espressa dai residenti che hanno partecipato al rilevamento.
La seconda riflessione va fatta sui dati abbastanza sorprendenti dell’indagine in cui la “Sicurezza del Quartiere” è risultato il tema più importante da affrontare per la pubblica amministrazione. Certamente un dato influenzato in qualche modo dalla pesante situazione di degrado intorno ai campi abusivi e tollerati di cui la stampa ha dato ampio risalto e che hanno indotto tanti cittadini a promuovere manifestazioni di protesta. Infatti, il dato integrato, riconducibile alle materie relative alla Sicurezza (52%), assegna percentuali molto alte al problema dei roghi tossici alla diossina (25%), alla questione degli insediamenti rom abusivi (16%) e alla scarsa sicurezza pubblica (11%).
Ossia una persona su due non si ritiene tutelato dalle forze dell’ordine e dalle istituzioni. Un’affermazione grave che è il risultato di un’indagine sicuramente parziale ma che non è molto lontana dalla verità avvertita dalla gente in questo breve lasso di tempo. Siamo certi che i risultati dipendono molto dal momento contingente e dalla grave crisi economica attraversata. Qualche anno fa il “Depuratore di Roma Est” era la questione più importante del territorio ed ora è praticamente sparito dagli incubi olfattivi dei residenti di questa zona grazie anche alla diminuzione consistente delle emissioni e alla notevole riduzione dei “bottini” che attraversavano continuamente le strade di Colli Aniene.
Tra gli altri dati prevale un argomento ancora riconducibile alla Sicurezza ma questa volta riguarda gli edifici scolastici, un tema sul quale stiamo conducendo una lotta di civiltà. Il 16 % delle persone ritiene che i plessi scolastici siano fatiscenti e per questo occorre tutelare maggiormente i nostri bambini. La sicurezza scolastica si pone al secondo posto delle priorità da affrontare e supera di gran lunga la cura dei parchi (11%), la prostituzione in strada (5%), la riattivazione della fontana di piazzale Loriedo (5%), la manutenzione stradale (5%) e la mobilità (4%).
Siamo certi che le questioni riportate dai cittadini siano tutte importanti e vadano affrontate in maniera globale il prima possibile ma la politica territoriale dovrà per forza maggiore stabilire dei criteri di precedenza sulle priorità indicate.
Manderemo l’esito del sondaggio al Presidente del Municipio Emiliano Sciascia con la speranza che possa dargli una indicazione chiara e precisa sulla volontà dei cittadini.

Articoli letti: 1982893  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Scarica il bando del Secondo Concorso Letterario Caterina Martinelli

Commenti