Si conclude un capitolo della storia di Colli Aniene: la Cervelletta assegnata per bando pubblico

13 maggio 2015 - Quasi sotto silenzio è passato un episodio di una particolare importanza per il nostro quartiere: la Tenuta della Cervelletta è stata aggiudicata ad un giovane agricoltore attraverso un bando pubblico per l’assegnazione di terreni inutilizzati di proprietà di Roma Capitale per lo sviluppo di nuove aziende agricole multifunzionali condotte da giovani. Una storia che ha dei risvolti non troppo cristallini e che toglie, di fatto, questa area e il casale a chi l’ha curato per anni evitando che il tutto cadesse nel degrado. Rivediamo il percorso della gara evidenziandone alcuni aspetti:
1. 20 maggio 2014 – Il Comune di Roma emette un “bando per l’assegnazione di immobili rurali di proprietà di Roma Capitale finalizzato alla tutela e al recupero produttivo dell’Agro Romano mediante sviluppo di aziende agricole multifunzionali”, che interessa 4 tenute agricole (Cervelletta, Redicicoli, Tor de’ Cenci, Borghetto San Carlo).
2. In data 24 maggio 2014 Sciascia, Presidente del IV Municipio, ha espresso alcune osservazioni per il bando chiedendo alcune verifiche tecniche. Così commentava il Presidente: "Una settimana fa sono stato convocato dall'Assessore Nieri e Marino per condividere il bando sulle terre agricole intorno alla tenuta della Cervelletta, nel IV Municipio, da precisare che il casale del '700 non è stato inserito nel bando. In seguito all'incontro ho avuto l'esigenza di verificare con le associazioni e i cittadini del territorio, che da anni si battono per la Cervelletta, se vi fossero osservazioni da avanzare. E così abbiamo evidenziato, agli assessori, che molte delle aree indicate sono soggette ad alluvioni, essendo prevalentemente paludose. In seguito abbiamo avuto come risposta che dette aree non erano incluse nel bando. Mi aspetto, pertanto, che si siano tenute in considerazione le osservazioni fatte come Municipio, soprattutto alla luce del fatto che aver escluso il casale della Cervelletta dal bando è un fatto positivo solo nella misura in cui possa essere inserito in un più ampio contesto naturalistico".
3. Il 4 novembre 2014 vengono assegnati i primi tre lotti (Redicicoli, Tor de’ Cenci, Borghetto San Carlo). Per quanto concerne la Tenuta della Cervelletta nella Riserva naturale dell’Aniene (Lotto 1) i due Dipartimenti interessati alla gara hanno deciso una temporanea sospensione della procedura di aggiudicazione per consentire l’effettuazione di uno studio, già avviato e che si concluderà nei successivii 60 giorni, sulla situazione idrogeologica del comprensorio, approfondimento richiesto dall’Ente regionale RomaNatura, gestore della Riserva.
4. Il 16 aprile 2015 per l’area della Cervelletta viene pubblicata la graduatoria con il vincitore della gara che colloca al primo posto un giovane di 24 anni, Manolo Abbasciano, presentatore di un progetto per la realizzazione di un’azienda agricola biologica, con la produzione di ortaggi, allevamento al pascolo, un’area per la vendita diretta dei prodotti attrezzata per la fruizione pubblica e l’attività di fattoria didattica. Il vincitore stipulerà un contratto d’affitto quindicennale e di un atto d’obbligo per definire controlli e modalità di attuazione del progetto agricolo.

SCHEDA PROGETTO VINCITORE
Lotto n.1 – Tenuta della Cervelletta (14 ettari con casalezona Tor Cervara, Colli Aniene)
Soggetto aggiudicatario: Manolo Abbasciano (anni 24)
Partners: Azienda agricola Santarelli Giuseppe, Azienda agricola Paulangelo Elio, Azienda agricola Lettini Paolo, COMAL Carni SrL, agronomo dott.ssa Milena Nuzzolese
Caratteristiche del progetto: azienda agricola biologica con coltivazioni di ortaggi, seminativo per l’allevamento bovino al pascolo, cavalli e animali da cortile, area per la vendita diretta dei prodotti, fattoria didattica, area attrezzata per il pic-nic, ristorazione e fruizione pubblica, percorsi per portatori di handicap, restauro del casale e agriturismo
Occupazione: otto nuovi occupati a regime

Una prima considerazione che possiamo fare è che nella scheda progetto è incluso anche il “Casale” a differenza di quanto riportato nel commento del Presidente al punto 2. Leggendo bene la scheda progetto del vincitore, quello che era un bene storico naturalistico della comunità, diverrà presto una “cosa” che assomiglia molto ad un agriturismo a gestione privata. Un altro elemento che salta agli occhi sui risultati delle quattro assegnazioni della gara è che molti dei vincitori sono partner delle cooperative di Legacoop come espressamente dichiarato nell’articolo sul sito di Legacoop Lazio.
Per ora sono questi gli elementi che abbiamo e su cui ognuno si farà la propria opinione personale ma, prima di parlare di “scippo” della Cervelletta vogliamo conoscere dettagliatamente il progetto e, certamente, andremo ad intervistare chi si è aggiudicato la gara e le sue idee per questo territorio che merita soprattutto rispetto e la conservazione della sua immensa bellezza.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 2254969  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti