Una carambola di auto ripropone il problema sicurezza dei viali di Colli Aniene

29 aprile 2013Un serio incidente, accaduto nella serata di ieri in viale Bardanzellu, ripropone il problema dei veicoli che attraversano ad alta velocità i viali del quartiere. Partiamo dalla ricostruzione dell’episodio prima di addentrarci nell’analisi della questione più generale. I testimoni che hanno assistito al fatto riportano che una delle due auto, una Renault di colore grigio metallizzato, ha attraversato, in direzione vietata, lo spartitraffico all’altezza del Bar Dolce & Salato immettendosi in direzione di piazzale Loriedo mentre su quella carreggiata sopraggiungeva ad alta velocità una Citroen rosso amaranto. Inevitabile la carambola che, per la forte collisione, ha portato al ribaltamento su un fianco del secondo veicolo. È immediatamente giunta sul posto un’autoambulanza che ha approntato le prime cure ai lievi feriti.
La pericolosità di viale Bardanzellu è aumentata da qualche anno a questa parte a causa dei lavori relativi alla “incompiuta” pista ciclabile che ne ha modificato la viabilità. La criticità del progetto è stata più volte denunciata dalle associazioni territoriali senza che questi appelli siano stati presi nella giusta considerazione dalle istituzioni. A questo si aggiunge l’indisciplina degli automobilisti che non rispettano né la nuova segnaletica e neppure i limiti di velocità e i passaggi pedonali. Per capire di cosa parliamo, basta osservare la soluzione adottata per gli attraversamenti della carreggiata attraverso dei dossi molto alti che, in alcuni tratti, limitano la visibilità del guidatore durante la manovra. Ancora peggiori sono le modifiche adottate all’altezza degli incroci del viale con via Compagna e via Balabanoff dove, oltre alla scarsa visibilità, le auto sono costrette a percorrere un tratto quasi contromano.
In poche parole, pur di costruire un’inutile pista ciclabile, che per la sua conformazione (una interruzione ogni circa cento metri) non serve proprio a nessuno, hanno compromesso la sicurezza di questa importante strada.
Ad aggravare la situazione ci sono poi i problemi strutturali dovuti alla progettazione della viabilità originale del quartiere di cui un esempio lampante è la rotatoria di piazzale Loriedo, dove la precedenza è attribuita ai veicoli che si immettono e non a quelli che già occupano l’area di rotazione: l’esatto contrario della totalità delle nuove rotonde.
Un discorso diverso merita viale Franceschini, dove la gran parte degli automobilisti viene colta dalla sindrome di “Indianapolis” ossia da un raptus che li porta a sfrecciare ad alta o altissima velocità ignorando passaggi pedonali e semafori rossi. Su questo viale c’è già stato un tributo di sangue e vorremmo evitare altri sacrifici dello steso tipo. Quando si prenderanno i provvedimenti atti a garantire la sicurezza di tutti?

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 1000094  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Commenti

30 aprile 2013Altro incidente stasera 30 aprile 2013 alle 21 circa in via franceschini sulle strisce pedonali citate nell'articolo. Un'auto, evidentemente troppo veloce, frena bruscamente appena vede dei passanti sulle strisce pedonali ( già poco visibili di giorno, pericolosissime di notte "al buio" dei lampioni) e viene tamponata dall'auto che la seguiva. L'ambulanza è arrivata in pochi minuti e fortunatamente è ripartita senza feriti a bordo. Non aspettiamo la tragedia per cercare e trovare una soluzione ai problemi di sicurezza sulla viabilità LOCALE (!!!) a Colli Aniene. In allegato alcune foto. Andrea