IL BALLOTTAGGIO – Quando e come si vota

7 giugno 2013Domenica e lunedì prossimi saremo chiamati a votare per scegliere il Presidente del IV Municipio (ex V), oltre che per la scelta del sindaco di Roma Capitale. Nel primo caso il ballottaggio sarà tra Emiliano Sciascia (centro sinistra) e Giovanni Ottaviano (centro destra) mentre per la poltrona di sindaco di Roma Capitale la scelta sarà tra Ignazio Marino (centro sinistra) e Gianni Alemanno (centro destra). Si voterà domenica 9 giugno, sempre dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e lunedì 10 giugno, dalle ore 7.00 alle ore 15.00. Mentre le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa giornata di lunedì, al termine delle votazioni e dell’accertamento del numero dei votanti. I risultati saranno consultabili nel sito www.interno.gov.it

Come si vota
Si ricorda che per il ballottaggio il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato sindaco prescelto, o del candidato Presidente municipale.

Come rinnovare la tessera elettorale
Per ottenere una nuova tessera bisogna recarsi presso lo sportello anagrafico del proprio Municipio e mostrare la vecchia tessera, nel caso in cui abbia esaurito le caselle per i timbri, e un proprio documento d’identità valido. Stessa modalità se la tessera è deteriorata. In caso di furto o smarrimento la denuncia si può fare direttamente allo sportello municipale. Gli uffici municipali e l’Ufficio elettorale centrale dell’Eur sono aperti venerdì e sabato fino alle 19, domenica fino alle 22 e lunedì fino alle 15.
Trasporto elettori diversamente abili
L’Amministrazione ha istituito, in occasione delle consultazioni, un servizio di trasporto dalle abitazioni ai seggi per gli elettori diversamente abili. Gli interessati possono telefonare ai numeri 0667692540 – 0667692541.

Voto assistito per infermi gravi
Gli elettori affetti da grave infermità fisica che non possono esercitare autonomamente il diritto di voto e hanno bisogno dell'assistenza per esprimere il proprio voto (i non vedenti, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o altro impedimento) possono esprimere il voto con l'assistenza di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore liberamente scelto. In questi casi è possibile richiedere l'annotazione permanente del diritto al voto assistito nelle liste elettorali.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 1002601  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Scarica il bando del Secondo Concorso Letterario Caterina Martinelli

Commenti