È arrivato il caldo nella Capitale - al via il Piano della Protezione Civile

19 giugno 2013Il termine “ondata di calore” è entrato a far parte del vocabolario corrente per indicare un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme, caratterizzato da temperature elevate, al di sopra dei valori usuali, in alcuni casi associate ad alti valori di umidità relativa, e che persistono per diversi giorni. I rischi di effetti sulla salute dell’ondata di calore dipendono, oltre che dalla sua intensità, soprattutto dalla sua durata.
Gli effetti delle ondate di calore sulla salute si manifestano quando il sistema di regolazione della temperatura del nostro corpo non riesce a disperdere il calore eccessivo. Un’esposizione prolungata a temperature elevate può provocare disturbi lievi, come crampi, svenimenti, gonfiori, o di maggiore gravità, come lo stress da calore e il colpo di calore. Queste condizioni ambientali estreme, inoltre, possono determinare un aggravamento delle condizioni di salute di persone con patologie croniche preesistenti.
È attesa per domani, giovedì 20 giugno, la prima ondata di calore sulla Capitale: il bollettino diffuso oggi dal Ministero della Salute informa che, dopo due giorni di caldo afoso ed intenso, giovedì si raggiungerà il “livello 3” che indica il massimo livello di rischio per la salute.
Le ondate di calore rappresentano un rischio per i soggetti più esposti, bambini ed anziani. Per difendersi dal caldo è indispensabile adottare alcuni semplici accorgimenti: mangiare frutta e bere acqua anche in assenza di sete, evitare alcolici e caffeina, indossare abiti leggeri e di colore chiaro in fibre naturali, consumare pasti leggeri.
Neanche gli animali sono immuni da questa ondata di calore. Ecco alcuni consigli per proteggere i vostri fidati amici. Non lasciare mai gli animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole. Assicuratevi che gli animali abbiano sempre accesso all'ombra e acqua fresca in abbondanza. In caso di ipertermia è necessario abbassargli la temperatura mettendogli abbondante acqua fresca su tutto il corpo e contattare immediatamente il veterinario. Non costringere i cani a sforzi eccessivi evitando le passeggiate nelle ore più calde della giornata. Con il caldo arrivano anche le pulci, le zecche e gli acari, quindi bisogna controllare regolarmente il pelo dei vostri amici per verificare l'eventuale presenza di "ospiti" indesiderati.
Maggiori informazioni sulle ondate di calore e su come difendersi dal caldo, sono disponibili sul sito www.protezionecivileromacapitale.it che propone quotidianamente un aggiornato bollettino meteorologico ed il bollettino specifico, diffuso dal Ministero della Salute.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 1002509  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Scarica il bando del Secondo Concorso Letterario Caterina Martinelli

Commenti