Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne – Tante le iniziative a Roma

25 novembre 2013Si celebra oggi la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dalle Nazioni Unite nel 1999. Istituzioni, associazioni, semplici cittadini, tutti sono impegnati a sostenere la lotta contro un fenomeno diffuso e trasversale e a diffondere la cultura del rispetto attraverso azioni e iniziative sul territorio.
ENEL - Enel aderisce alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre e “accende” di Rosso il Palazzo Senatorio al Campidoglio, sede di rappresentanza di Roma Capitale. La facciata, compresa la torre, sarà illuminata del colore simbolo della iniziativa e, per dare un ulteriore contributo alla percezione di un tema così importante, verranno proiettate due immagini raffiguranti una mano e la scritta “ STOP VIOLENCE AGAINST WOMEN”.
Il progetto è stato realizzato da Enel Sole, la società del Gruppo Enel che si occupa di illuminazione pubblica e artistica, che ha utilizzato 20 proiettori alimentati da un gruppo elettrogeno da 30 kw.
Enel, operando da sempre nel rispetto della dignità delle persone, nella tutela delle loro diversità e nel rifiuto di qualsiasi forma di violenza, sostiene le campagne dell’assessorato alle Politiche sociali e Pari opportunità di Roma Capitale e del Ministero del Lavoro e Politiche sociali con tutti i mezzi di comunicazione interna e con il canale internet che durante la giornata del 25 novembre promuoveranno video forum, dibattiti, collegamenti e servizi sul tema della violenza contro le donne. In particolare il Gruppo ha avviato una campagna di sensibilizzazione rivolta ai propri dipendenti, promossa grazie alla collaborazione con “Telefono Rosa”, affinché possano rivolgersi all’associazione per informazioni, consigli e segnalazioni.
Sradicare i comportamenti alla base della violenza sulle donne richiede un profondo cambiamento e un costante presidio contro gli abusi: per questo la campagna di Enel è permanente e sarà arricchita da ulteriori iniziative nei prossimi mesi e anni.
LEGAMBIENTE - I numeri della violenza sulle donne indicano con chiarezza che non si tratta di casi limite. L’arretratezza del nostro Paese sulle questioni di genere si insinua nelle case, sui luoghi di lavoro, tra le persone. Reading NoStop a villa Ada con Legambiente. In Italia, lo sappiamo, la violenza fisica e psicologica che ancora pesa sulle spalle delle donne, ha proporzioni inaccettabili. L’ultimo rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità parla di 6.743.000 donne che nel corso della vita sono state vittime di abusi fisici o sessuali. Circa 1 milione ha subito stupri o tentati stupri. Il 33,9% delle donne che ha subito violenza per mano del proprio compagno e il 24% di quante l’hanno subita da un conoscente o da un estraneo, non ne fa parola. Mentre i dati riferiti dall’Eures, che in questi anni ha stilato in collaborazione con l’Ansa un quadro generale sui casi di femminicidio in Italia, parlano di oltre 2.000 donne uccise tra il 2000 e il 2012. Un triste risultato finale che ci parla di un’atavica arretratezza culturale, di una condizione di genere che continua innegabilmente a far pagare alle donne e alla società tutta un prezzo troppo alto. Vogliamo cogliere l’occasione della Giornata contro la violenza sulle donne per riflettere su questi temi, capire cosa possiamo fare per costruire una società più degna. Vogliamo ricordare chi non ce l’ha fatta, dare un sostegno simbolico a tutte le donne che ogni giorno combattono per trovare il coraggio di andare avanti.
INIZIATIVE A ROMA - 25 novembre, Reading NoStop dalle 12 alle 14 a Villa Ada
Per chi vuole raggiungerci l’appuntamento è alle 12 presso la sede di Legambiente, via Salaria 403

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 3005189  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Scarica il bando del Secondo Concorso Letterario Caterina Martinelli

Commenti