Colli Aniene - Ostacoli e barriere sulle discese agevolate per i disabili

7 dicembre 2013Lasciare gli scivoli di un marciapiede liberi da ostacoli e i passaggi pedonali nelle strade dovrebbe essere nella normalità di persone consapevoli delle difficoltà che debbono attraversare quotidianamente i portatori di handicap, mamme con i passeggini e anziani con limitata capacità motoria. Per loro esistono già tante barriere architettoniche che rendono difficoltoso qualsiasi percorso nel quartiere che non occorre creare altri impedimenti con il parcheggio selvaggio di auto e furgoni. Ricordiamo che gli scivoli dei marciapiedi sono stati creati allo scopo di abbattere le barriere architettoniche al fine di garantire al maggior numero di persone il diritto alla libertà di movimento. Eppure il mondo è pieno di gente a cui non importa nulla di chi è già in difficoltà di suo e sembra che a Colli Aniene si siano concentrati gli egoisti peggiori. Sosta selvaggia è diventata una prassi approfittando dell’assoluta mancanza di presidio e controllo da parte della Polizia Locale nel quartiere.
Ovunque volgi lo sguardo trovi auto parcheggiate in seconda e, a volte, in terza fila, sosta con le ruote sui marciapiedi, auto abbandonate con i motori accesi. Ordinario disordine stradale. Il codice della strada non si applica in questo quartiere e, come al solito, il danno maggiore colpisce sempre il più debole della comunità.
Alle persone meno attente a questo problema vorrei ricordare lo slogan che girava qualche tempo fa: “Vuoi prendere il mio posto (… e i miei diritti)? Bene, prenditi anche il mio handicap.

Articoli letti: 3005136  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Scarica il bando del Secondo Concorso Letterario Caterina Martinelli

Commenti