Domenica 18 gennaio – Si può donare sangue presso la chiesa di Santa Bernadette

9 gennaio 2015Un appuntamento puntuale in questo periodo dell’anno per Colli Aniene con la solidarietà sociale: sarà possibile donare sangue, domenica 18 gennaio presso la parrocchia di S. Bernadette Soubirorus (viale Franceschini). Invitiamo tutti a dare, come sempre, la prova della sensibilità dei residenti di questo quartiere per la cronica carenza di sacche di sangue negli ospedali romani. Quello che a noi costa solo un piccolo sacrificio di tempo e un fastidio sopportabile può rappresentare la possibilità di avere ancora un futuro per un'altra persona.
Donare il sangue è una cosa semplice, basta seguire alcune piccole regole: è necessario essere in buona salute, osservare uno stile di vita regolare ed una corretta alimentazione, un'età compresa tra i 18 e i 65 anni. Nel caso si tratti di una prima donazione l’età non deve essere superiore a 60 anni. Il prelievo si può fare sino a quattro volte l’anno salvo alcuni casi particolari. L’intervallo minimo tra una donazione di sangue e la successiva è di 90 giorni, sia per l’uomo che per la donna. Il futuro donatore non deve assumere farmaci di nessun genere cinque giorni prima (neanche Aulin o Aspirina). È importante inoltre ricordare che prima della donazione si può assumere solo tè, caffè o succo di frutta.
Principi etici della donazione
Anonimato: l'identità del donatore e del ricevente sono gestite nel rispetto della privacy dagli operatori del Sistema trasfusionale e dalle associazioni di volontariato. Libertà di scelta: la donazione del sangue è una scelta libera e consapevole. Non-profit: il sangue e gli emocomponenti non possono essere fonte di profitto; il valore di una unità di sangue/emocomponente è fissato in base agli oneri sostenuti per la raccolta, la preparazione, la qualificazione e la distribuzione dei prodotti sanguigni. Gratuità: la donazione del sangue è gratuita e non può essere remunerata in alcun modo. In Italia la donazione a pagamento è perseguibile per legge in base all'art. 22 della legge 219/2005. Igiene: per ogni donatore, il materiale utilizzato per il prelievo è sterile e monouso. Sicurezza: la gratuità, la visita pre-donazione ed i test diagnostici effettuati assicurano la sicurezza dei prodotti trasfusi ai malati e la tutela dello stato di salute dei donatori. Qualità: il rispetto delle buone pratiche e i numerosi controlli sui materiali utilizzati garantiscono la miglior qualità dei prodotti trasfusionali. Periodicità: il sangue di donatori periodici rappresenta una garanzia di affidabilità e sicurezza per il ricevente nonché certezza di approvvigionamenti. Il donatore periodico è controllato dal punto di vista medico, in quanto sottoposto ad accurate visite e attenti controlli sul sangue.
Perché donare
Il bisogno di sangue e dei suoi componenti è in costante aumento a causa dell'invecchiamento della popolazione e di cure sempre più numerose e nuove. Il sangue è indispensabile per moltissime terapie e non solo nelle situazioni di emergenza. Non puoi sapere a chi doni il tuo sangue, ma sappi che la tua donazione è destinata a molti tipi di malati, a quelli oncologici e alle persone che hanno emorragie importanti per traumi, interventi chirurgici, tra cui i trapianti, o durante il parto.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003072  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti