Il IV Municipio prende posizione contro il gioco d’azzardo

25 febbraio 2015 – Il fenomeno del gioco d'azzardo in Italia si presenta come uno dei più allarmanti dal punto di vista della pericolosità sociale, tanto più che esso ha subito un'espansione senza precedenti negli ultimi anni, sia per quanto riguarda il volume delle somme che movimenta, sia per il numero di persone che coinvolge. Un problema sociale che può mettere il giocatore in gravi difficoltà economiche o sviluppare una in una vera e propria patologia quando le complicazioni e le problematiche collaterali si estendono alla persona stessa o alla propria famiglia. Il malato di gioco è cronicamente e progressivamente incapace di resistere all'impulso di giocare e spesso si trova nella condizione di dovere chiedere prestiti a usurai o a fonti illegali, oppure di venire arrestato per falsificazione, frode, appropriazione indebita o evasione fiscale mirate a ottenere danaro per giocare, a volte giunge alla perdita del lavoro per assenteismo. Tutto questo produce sofferenza, difficoltà di relazione anche all'interno della famiglia, litigi e vulnerabilità e in casi estremi può portare fino al suicidio.
Contro il dilagare di sale da gioco, che hanno occupato varie zone della Tiburtina, e slot machine e per la prevenzione del gioco d'azzardo patologico il IV Municipio ha espresso un primo parere favorevole al “Protocollo d’intesa contro il gioco d’azzardo”.
Ieri in giunta abbiamo dato il primo si al protocollo d’intesa contro il gioco d’azzardo, un passo importante proprio in occasione della giornata di oggi in Campidoglio alla quale ho preso parte insieme a Marina Aquilanti Presidente della Commissione Commercio del nostro Municipio – dice Emiliano Sciascia, Presidente del Municipio IV -. In seguito alla presentazione della campagna di Comunicazione “Liberi dal gioco d’azzardo” formalizzeremo il nostro impegno. Del resto il Municipio IV, forse più di altri, è interessato dal problema. Da molti anni oramai più che un polo tecnologico formato da aziende produttive ci ritroviamo a vivere in una vera e propria Las Vegas”. “Sono convinto – prosegue il Presidente – che sia assolutamente necessario tutelare i cittadini dai problemi sociali e sanitari collegati alla dipendenza patologica da gioco d’azzardo”. “Con questo primo passo e con i successivi che intendiamo mettere in campo – chiude Emiliano Sciascia – vogliamo lavorare soprattutto sulla legalità e l’uso responsabile del gioco”.
Il protocollo d’intesa rappresenta un passo fondamentale per dimostrare con quanto impegno il nostro municipio stia combattendo questo fenomeno – dice Laura Pastore, Assessore al Commercio e alle Attività Produttive del Municipio IV –. Una delle richieste che l’Assessorato ha avanzato con la giunta municipale ed il presidente (Memoria n° 1 del 17 febbraio 2015) è quella di una regolamentazione più restrittiva per l’apertura di sale gioco nel nostro territorio dove ce ne sono fin troppe. Il nostro vuole essere un impegno costante per la tutela della legalità e della sicurezza, nonché della prevenzione e il contrasto al gioco d’azzardo in tutte le sue forme”.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003185  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti