Roma sta diventando la “nuova” Terra dei Fuochi

13 gennaio 2016 - Si riaccende la polemica sui roghi tossici a Roma Est e in tutta la Capitale. Le recenti dichiarazioni del prefetto Gabrielli sulla difficoltà di gestire questo fenomeno sono state interpretate come dichiarazioni di resa o di impotenza. L’incendio di Tor Sapienza avvenuto nella notte del 10 gennaio nel seminterrato dell’ex pastificio di Via Petiti occupato di famiglie rom ha scatenato le proteste di diversi quartieri tra il tiburtino e il collatino che da anni subiscono gli effetti nocivi dei fumi neri alla diossina. Quante decine di anni occorreranno ancora prima che qualcuno riveli, come nel caso della terra dei fuochi della Campania, i danni sanitari di questi roghi? Le colonne di fumo si alzano con frequenza quasi giornaliera nel territorio di Roma Est e tutti i provvedimenti presi fino ad oggi per arginare il fenomeno si sono rivelati inefficaci. Nemmeno la giustificazione che detti roghi sono appiccati da minori sta in piedi perché per la legge italiana la responsabilità di un minore è dei suoi genitori. Se come ci hanno sempre raccontato la legge dello Stato è uguale per tutti, senza esclusione di etnie, è ora che venga applicata per tutelare i cittadini e il territorio.
Il Comitato di Quartiere Tor Sapienza dal suo gruppo Facebook ha invitato i residenti che non riescono a respirare a chiamare il reparto dei Carabinieri per la Tutela della Salute per richiedere un intervento di misurazione della tossicità dell’aria.
A chiedere invece un’amministrazione più attenta alla salute dei propri cittadini, ancor prima del giro di soldi che c’è dietro il commercio del rame e del ferro, vi è anche Fabrizio Montanini, presidente del Comitato Beltramelli-Meda che sta organizzando, insieme ad altri comitati, una grande protesta a Roma di tutti i quartieri periferici coinvolti nel problema dei roghi tossici.
Quando si interverrà seriamente su questo fenomeno?” – è invece la domanda che si pongono tanti cittadini di Roma Est che non vogliono mischiarsi alla politica ma solo vivere in sicurezza nel luogo scelto per la propria residenza.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org


Articoli letti: 3003201  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti