Il CDQ Tor Sapienza denuncia un tentativo di interramento di rifiuti inquinanti

27 gennaio 2016 - A volte stentiamo a credere ai fatti che ci vengono riportati ma, se verranno accertate responsabilità nella denuncia del Comitato di Quartiere Tor Sapienza, questa volta, abbiamo superato ogni limite. L’arroganza, l’assenza di senso civico, le complicità e la protezione che godono questi impuniti va oltre ogni grado di sopportazione. Attendiamo fiduciosi le indagini della Procura sperando che in Italia ci sia ancora una “giustizia”. Segue il comunicato del CDQ: “Salve, nella località evidenziata in oggetto, dove da circa 18 mesi stazionava un Campo rom, andato in fiamme in data 8 agosto 2015 e poi in data 11 gennaio 2016, con distruzione totale del capannone stracolmo di rifiuti, attualmente a rischio crollo causa strutture di cemento collassate dalle alte temperature delle fiamme protratte per oltre 10 giorni alimentate dalla gran massa di rifiuti stipati all' interno e emissione di esalazioni inquinanti nell'intero quadrante. Nella giornata di ieri, numerosi Residenti hanno notato una Ditta a cui il furgone ritratto fa riferimento, radunare i rifiuti presenti nell'area creando un unico grande mucchio. Nel più assoluto stupore i rifiuti non sono stati caricati sul cassone del Camion ma si è proceduto a scavare una fossa per procedere all' intombamento dei rifiuti stessi. Abbiamo proceduto all'immediato avviso del locale Comando della Polizia Municipale e "stranamente" nessuna pattuglia è intervenuta in loco e al contempo dopo 4 minuti ( dico 4 minuti) dalla telefonata effettuata al locale Comando della Municipale, la ditta ha interrotto i lavori - non ha portato via alcun rifiuto- e ha abbandonato l'intera area di cantiere. A tal proposito alleghiamo alla presente un filmato, che azzera sul nascere ogni diversa ricostruzione da quella sopra descritta, che inoltreremo a breve alla Procura della Repubblica per gli opportuni provvedimenti del caso: Crimini senza confini, tentato intombamento rifiuti a Via Collatina 391
Al fine di poter circostanziare la denuncia in preparazione con notizie complete richiediamo :
-gli estremi dell'Autorizzazione e /o della Ordinanza emessa al fine di procedere alla rimozione di rifiuti e conseguente bonifica dell'area, pienamente urbanizzata con presenza di numerose abitazioni private ed interi edifici in zona;
-la verifica se tra le modalità di rimozione e smaltimento consentite è presente la modalità dell' intombamento, con la formazione di una discarica abusiva che poi nessuno avrebbe più provveduto a spostare e rimuovere con gravissimo rischio di infiltrazione e inquinamento delle falde acquifere sottostanti;
- l'identificazione della Ditta responsabile di tale gravissimo episodio criminale degno della peggiore "Terra dei Fuochi" con specifica se tale Ditta risulta incaricata dal soggetto Titolare del Capannone distrutto dalle fiamme o dalle Autorità Prefettizie, Comunali e Municipali intervenuto in massa - in loco- durante i giorni del protratto rogo.
Nella speranza che le prove fornite vengano utilizzate per l'immediato avvio di un indagine completa e rapidissima -speriamo "orfana" pertanto priva di "figli e figliasti"- e nell'attesa che vengano fornito riscontro alla presente al fine di poter consentire la presentazione di una circostanziata denuncia - a ns cura- alle competenti Autorità e alla Procura della Repubblica si rimane in attesa di un cortese cenno di riscontro.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003205  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti