I cantieri per il raddoppio della via Tiburtina di nuovo bloccati
I lavoratori non percepiscono lo stipendio da mesi!

17 febbraio 2016 - Un’opera pubblica che dura ormai da un decennio, che ha subito tante variazioni rispetto al progetto originale e di cui ancora oggi non si intravvede la fine: i cantieri per il raddoppio della via Tiburtina. Un’opera pubblica attesa con ansia da migliaia di automobilisti costretti allo slalom quotidiano tra le barriere di cemento e le file interminabili. Un ulteriore ostacolo si è posto già da qualche mese sui lavori che irrimediabilmente sposterà la data di consegna dell’opera pubblica ma, soprattutto, sta creando disagio agli operai e agli impiegati della ditta appaltatrice che non ricevono i loro stipendi da diversi mesi. Di chi è la colpa? Come al solito, non si troverà mai un responsabile certo di quanto accaduto e a pagare saranno soltanto le famiglie dei lavoratori.
"Questa mattina le sigle sindacali FILCA CISL, FILLEA CGIL, FENEAL UIL ed una delegazione di operai della ditta Tiburtina Scarl incontreranno il Prefetto Gabrielli per cercare di trovare una soluzione alla situazione ormai insostenibile vissuta da circa 80 operai: da 5 mesi, infatti, non percepiscono lo stipendio nè i contributi della cassa edile. - dice Emiliano Sciascia, Presidente del Municipio IV, parlando degli operai della società impegnata nei lavori di allargamento della via Tiburtina - Ricordo come nel mese di dicembre scorso, in occasione del III incontro pubblico, tenutosi in Municipio, fra il Prefetto Gabrielli e le realtà del nostro territorio, i lavoratori e le sigle sindacali hanno avuto la possibilità di rappresentare al Prefetto la situazione di grave disagio economico venutosi a creare per gli operai e le loro famiglie. Come allora, avrei voluto essere anche oggi a fianco degli operai, ed assieme all'istituzione prefettizia; quindi, pur essendo impossibilitato a prendere parte al tavolo odierno, sono solidale con i lavoratori e mi auguro che questo incontro possa risultare risolutivo per l'annoso problema dei loro stipendi ed allo stesso tempo possa fornire certezze al territorio della Tiburtina sulla prosecuzione, e la chiusura, dei lavori di raddoppio, importante opera pubblica che dura, ormai, da più di dieci anni."

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003090  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti