Multe AMA - Una Delegazione di Colli Aniene ricevuta ieri in Campidoglio

6 aprile 2016 - Ieri pomeriggio, una rappresentanza di cittadini di Colli Aniene, composta da Antonio Barcella per l’Associazione Vivere a Colli Aniene, Franco Leccese per I Cittadini Attivi, Luigi Polito per l’Ass. Il Foro, Maurizio Puggioni per l’Uff. Soci Ass. Italiana Casa e Antonio Viccaro per l’Ass. l’Anfiteatro, è stata ricevuta dal Sub Commissario di Roma Capitale Camillo de Milato in merito alla questione delle Multe AMA Collettive che stanno tartassando i cittadini di questo quartiere e di gran parte della periferia romana nei territori dove è in funzione la cosiddetta raccolta “porta a porta”. Presenti all’incontro la vice-presidente del IV Municipio Carla Corciulo e il dott. Giammario Nardi del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale unitamente ad una rappresentante del Dipartimento Rifiuti. Nessun dirigente o funzionario dell’ AMA è intervenuto all’incontro nonostante l’invito dell’amministrazione di Roma Capitale.
Si è trattato di un confronto interlocutorio nel quale sono state esposte le ragioni della protesta dei cittadini e il clima di astio contro la municipalizzata che si respira ormai in ogni riunione condominiale. Ha introdotto l’incontro la prof.ssa Carla Corciulo che ha fatto un ottimo riassunto degli atti precedenti che hanno portato i cittadini davanti alla Commissione Ambiente del IV Municipio da cui è scaturito l’OdG n° 1 del 2016 approvato dal Consiglio Municipale, che ha fatto proprie le ragioni dei cittadini, invitando AMA a migliorare la comunicazione e far partire una sperimentazione per l’identificazione dei sacchetti dei rifiuti. Ricordiamo che AMA fino ad oggi si è ben guardata dal mettere in campo quelle azioni richieste dai cittadini e dalle sue rappresentanze continuando a mostrare un atteggiamento menefreghista ed ostile alle indicazioni. A confermare questo bastano i servizi giornalistici e televisivi che stanno mostrando come la protesta per le multe AMA si stia diffondendo a macchia d’olio in gran parte della periferia romana.

I rappresentanti dei cittadini hanno ricordato che, per stessa ammissione della Municipalizzata, la raccolta differenziata porta a porta è notevolmente migliore di quella stradale e, per questo, non si riesce a comprendere l’accanimento verso coloro che, con scarse informazioni e con continui cambiamenti della ripartizione dei rifiuti, svolgono il proprio dovere con scrupolo e responsabilità pagando di tasca propria un servizio scadente e fra i più costosi d’Europa. Questo atteggiamento maldisposto da parte di AMA verso i cittadini è CONTROPRODUCENTE e come risultato può portare solo ad un PEGGIORAMENTO della qualità della raccolta in quanto una persona, ripetutamente multata per via di un altro individuo, è portata a chiedersi quanto valga la pena di comportarsi secondo i canoni richiesti se poi si viene sanzionati lo stesso.
Antonio Viccaro ha evidenziato inoltre come il quartiere di Colli Aniene si sia sempre distinto per migliorare alcuni servizi del quartiere che sono di responsabilità del Comune di Roma anche attraverso spese personali e autotassazione, come avviene da anni per la cura del verde pubblico (NDR:…e spesso per la manutenzione delle scuole). Questa forma di collaborazione, anziché incentivare la pubblica amministrazione a fornire un servizio migliore sta diventando l’alibi di alcuni per far finire Colli Aniene nel dimenticatoio: “… tanto quelli stanno bene e ci pensano da soli!”.
Il sub commissario De Milato ha apprezzato l’approccio costruttivo dei rappresentanti del territorio sottolineando gli sforzi che l’amministrazione commissariale del Comune di Roma sta facendo per ristrutturare le municipalizzate e migliorare i servizi. Nel campo dei rifiuti è stato raggiunto l’obiettivo di ampliare la quantità di raccolta differenziata portandola ai livelli di alcune metropoli europee (il 41,18 %). Uno sforzo che ha comportato dei disservizi che devono essere sistemati.
In conclusione, è stato stabilito tra i presenti di rivederci nel giro di 10 giorni per valutare in presenza di AMA le proposte progettuali per migliorare la qualità della raccolta e arrestare il flusso delle indigeste “Multe Collettive”.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003118  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti