È in arrivo la Festa Patronale della chiesa di Santa Bernadette Soubirous

21 aprile 2016 - Ormai entrata nella tradizione della comunità di Colli Aniene, anche quest’anno si svolgerà la Festa Patronale della chiesa di Santa Bernadette Soubirous che coinvolgerà i residenti in un nutrito programma di riti del mese mariano e di attività di gioco e ricreative. L’avvio è previsto il 30 aprile prossimo con il tradizionale pellegrinaggio notturno a piedi verso il Santuario del Divino Amore e la successiva messa del 1° maggio all’aperto nel Parco Auspicio durante la Festa organizzata dall’Associazione Er Gazebo. Oltre ai riti religiosi del mese mariano non mancheranno spettacoli e attività ludiche tra le quali vi segnaliamo gli appuntamenti teatrali del 20 e 21 maggio ad opera dei “ragazzi della parrocchia” che presenteranno la commedia “Il medico dei pazzi”; il torneo di calcio “Diacono Germano” e il 2° torneo di bocce (22 maggio); la festa dell’Oratorio con i giochi per bambini e la Festa in Piazza “Quartieri Solidali” (28 maggio). I festeggiamenti si concluderanno domenica 29 maggio con la Processione Eucaristica per le vie del quartiere, musica per tutti e ballo nel piazzale della parrocchia con il complesso “Vintage good Band”, cena, lotteria e fuochi artificiali.
La parrocchia di Santa Bernadette Soubirous è una comunità di persone aperte al territorio e uno dei fulcri culturali del quartiere soprattutto per spirito di socializzazione e aggregazione, oltre al ruolo religioso che doverosamente è richiesto e che viene svolto egregiamente dal parroco Don Paolo e dagli altri sacerdoti. Svolge il suo ruolo di comunità cristiana aperta al sociale e punto di riferimento per la solidarietà verso chi ha più bisogno degli altri ossia i poveri, i sofferenti e i bisognosi.

Storia - La parrocchia è stata eretta il 5 novembre 1975 con il decreto del Card. Vicario Ugo Poletti "Neminem latet" ed affidata al clero diocesano di Roma. Il territorio, desunto da quello delle parrocchie di S. Maria Immacolata e S. Vincenzo de’ Paoli, di S. Maria Addolorata e di S. Maria del Soccorso, è stato determinato entro i seguenti confini: "Via Tiburtina in direzione nord-est, partendo dall’intersezione con Via Grotta di Gregna, Fiume Aniene, in direzione sud fino al fosso di Tor Sapienza - detto fosso fino all’altezza di Via Monte Buccalione che si raggiunge idealmente - detta Via e Via della Martora (le due strade appartengono interamente alla parrocchia dell’Immacolata Concezione) fino alla ferrovia Roma-Sulmona che si percorre a ovest fino a Via dei Fiorentini - detta Via a nord fino all’altezza di Via P.R. (congiungentesi a piazza Riccardo Balsamo Crivelli) - da qui linea ideale fino a Via Grotta di Gregna all’altezza dell’intersezione di Via Venafro (tutta della parrocchia di S. Maria del Soccorso) con detta Via - Via Grotta di Gregna - Via Tiburtina summenzionata". Il riconoscimento agli effetti civili è stato decretato il 30 aprile 1982. La proprietà è della Pont. Opera per la Preservazione della Fede e la provvista di nuove chiese in Roma. Il progetto architettonico è di Vivina Rizzi.

Antonio Barcella
www.collianiene.org

news@collianiene.org

Articoli letti: 3003254  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

Commenti