Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

È in arrivo una nuova ondata di gelo e l’I.C. Tullio De Mauro è senza impianto di riscaldamento!

9 gennaio 2019 - Freddo e gelo in molte scuole di Roma ma dove si sta verificando la situazione più critica è nell’I.C. Tullio De Mauro a Colli Aniene. Ieri il Consigliere Annarita Leobruni ha pubblicato un post in cui si evidenziava che il freddo sta diventando una costante delle scuole del IV Municipio: “SCUOLE AL FREDDO E SENZA COPERT(UR)A - Stamane ho scritto al Dipartimento per denunciare la grave situazione di alcuni istituti scolastici di Roma, che hanno chiuso al freddo per le vacanze di Natale e hanno aperto l'anno, di nuovo con i cappotti in classe. Già negli scorsi mesi avevamo segnalato l'anomalia del tempo di accensione dei termosifoni, in molti casi troppo breve, per garantire agli studenti e ai bambini di studiare e stare all'asilo in un ambiente ben riscaldato. Oggi la situazione è la stessa ed è più grave, perché a forza di tentativi, comunque non se ne viene fuori: scuole gelate, termosifoni spenti e una coperta troppo corta. Insomma, l'emergenza freddo oggi, non è solo per le strade, ma anche nelle classi, nel totale pressappochismo di un amministrazione incompetente. Si scaldi chi può!
Ma la situazione più pesante si verifica a Colli Aniene ed è illustrata in modo dettagliato dal messaggio di uno dei genitori dei bambini che frequentano il plesso scolastico di via Santi: “La presente, è volta ad informare dell’insostenibile situazione di malessere in cui versano, con alterne vicende, da diversi anni scolastici, i bambini che frequentano ‘I.C Tullio De Mauro’, sito in via Fernando Santi, 65, 00155 Roma.
Nella stagione invernale 2017 la situazione riscaldamento era già precaria in tutto l’edificio ma ci si è concentrati sull’ala infanzia che, ad oggi, insieme alla colonna dei piani superiori risultano gli unici operativi in tutto il plesso, sono invece desolatamente guasti quelli dall’ala elementari, uffici e locale mensa.
Le promesse di interventi da effettuarsi durante la chiusura estiva del 2018 non hanno avuto alcun seguito, infatti, all’accensione dei termosifoni, nello scorso metà novembre, si è determinata la rottura delle tubature (versione ufficiale).
I bambini, non dimentichiamolo, sono stati fino alla fine della prima decade di dicembre ed oltre, senza riscaldamento.
A pochi giorni dalla pausa per le festività natalizie, lo spostamento di ben 11 classi della primaria in una succursale con aule raffazzonate alla meno peggio, con evidente incuria per i banchi e con sedie di fortuna; una classe (I) rimasta alla T. De Mauro “sistemata” dapprima in un’aula dedicata ad attività extra senza presidi didattici quali per esempio la lavagna; successivamente spostata in un angolo di un corridoio al primo piano con stufe elettriche per poter riscaldarsi.
Una situazione imbarazzante che, in base ad altre vane promesse, sarebbe stata solo provvisoria in virtù di interventi risolutivi da effettuarsi durante il periodo natalizio, ed avrebbe permesso il rientro dei piccoli utenti entro febbraio.
Siamo al corrente dei preventivi presentati dalle ditte appaltate, delle comunicazioni intercorse a mezzo PEC con SIMU e IV Municipio ma siamo anche consapevoli che nessun intervento ha ancora preso il via e le temperature scendono sotto lo 0°. Vani poi, sono stati i tentativi di riscaldare il refettorio con numero 3 stufe poiché il sistema elettrico è stato sovraccaricato con conseguente mancanza di corrente nell’edificio. Ad oggi i bambini (3/10 anni), ancora una volta, saranno costretti a mangiare, in classe, il panino, per evitare il gelo della mensa, nonostante l’onerosa richiesta per la refezione.
A nulla sono servite le varie richieste, cadute nel silenzio della dirigente scolastica, dott.ssa Marilisa Mancino fatti al comune per la riapertura e il conseguente spostamento nell’istituto “Fabio Filzi” della locale via del Frantoio, al civico 46, vuota, chiusa (ufficialmente per limitata utenza) e pronta all’uso.
Perché nessun responsabile comunale, risponde ai solleciti telefonici ed alle email?
E’ nostra ferma intenzione, in qualità di genitori di minori, consapevoli delle nostre responsabilità e dei vostri obblighi, non attendere oltre e non accettare altre parole nel vento; intendiamo interpellare, congiuntamente a questo esposto, tutti gli organi competenti del IV Municipio e direttamente il Sindaco di Roma Capitale, la dott. Virginia Raggi e chiedere immediate e risolutivi interventi atti al superamento di questa indecorosa situazione di incuria, degrado, menefreghismo e scarica barile. Auspichiamo una immediata soluzione del problema. Federica.

E' doveroso rilevare che la dott.ssa Marilisa Mancino (Dirigente scolastico dell'I.C. Tullio De Mauro) e il personale scolastico hanno fatto il massimo per mitigare il problema in attesa degli interventi promessi che ancora non sono arrivati. Come ulteriore azione, sono state individuate due aule da adibire provvisoriamente a mensa che essendo più piccole sarà più facile riscaldare con dispositivi termoelettrici. Purtroppo questa situazione, oltre a danneggiare i bambini, compromette anche l'immagine dell'istituto che non ha alcuna responsabilità per questa criticità.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2059497  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org