Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Libri Convenzioni Concorso Letterario

L’amore di Mimmo Pietrangeli per la Cervelletta raccontato in un libro

4 febbraio 2017 - Mentre perdura lo stato di abbandono del Casale storico della Cervelletta nell’inerzia delle istituzioni vogliamo consegnarvi un’immagine diversa di questo piccolo paradiso inserito nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene. La descrizione migliore che si può avere di questo lembo di territorio ai confini dei palazzoni di Colli Aniene può fornirla solo chi l’ha amata e curata per anni con il suo volontariato quotidiano e le sue lotte per conservare questo patrimonio della comunità. Mimmo Pietrangeli, detto Mimmo Cervelletta, è l’autore del libro “La Cervelletta di Mimmo e con Mimmo - (tra fantasia e realtà, tra immaginazione e storia)”. È un’opera non edita che l’autore desidera rendere pubblica come omaggio agli abitanti di questo territorio e noi assecondiamo questo desiderio facendolo assaporare parola per parola prima di metterlo a disposizione in maniera integrale.
Oggi pubblichiamo la premessa di questo libro e una poesia dal titolo “Era l'ambiente...: alla Cervelletta”. Buona lettura!

Mimmo 'Cervelletta' racconta...
Questo opuscolo è rivolto alle scuole ed ai visitatori poco esigenti, perché abbia origine e si sviluppi, sempre di più, una duratura coscienza ecologico ambientalista che influenzi sistematicamente le azioni quotidiane di ciascuno.
Nel corso di una delle tantissime visite effettuate alla Cervelletta, molti mi chiedevano: - “Senta..., scusi...; si può avere il testo dove leggere tutte queste interessantissime notizie che ci ha dato sulla Cervelletta?”
-“No …, purtroppo no...; è tutto scritto nella mia mente e nel mio cuore...!”
-“… e perché non le scrive?”
-“...Già perché non le scrivo?”
-“A Mi..., perché nu' scrivi quarcosa su 'a Cervelletta..., così poi, lo pubbricamo?”
-“Non so...;vediamo...,.
E' così da molto tempo. Ora però, mi sono deciso.
Il testo che segue vuole essere una testimonianza di impegno, di affetto e di riconoscenza, nonché una guida e uno strumento di conoscenza volto a trasmettere, al lettore prima ed al visitatore (si auspica), poi, le straordinarie emozioni che ha suscitato in me il lungo rapporto con la Cervelletta.
Quelle che seguono non hanno la pretesa di offrire notizie sempre storicamente attendibili e scientificamente certe e rigorosamente esatte. Esse sono il risultato personale “romantico-emozionale”, ma anche “storico”, frutto, indubbiamente, di letture, sopratutto di quelle che ho rilevato leggendo il libro di Anna Fraentzel, “Uomini che non scompaiono” e quello, in particolare, di Giovanni Alatri, “Dal chinino all'alfabeto”, ma anche dei racconti e degli aneddoti sentiti raccontare da parte della gente della
Cervelletta (ex affittuari ed ex contadini: (Mino, Luigi, Carlo, Pietro, Augusto, Iolanda, Lina...)… (segue)

Era l'ambiente...: alla Cervelletta
(Emozioni, Paure, Speranze...)
In principio era Phisis-Verbo-Kaos...; poi venne la “luce”,
mente di Tanatos tenebroso...e fu il Deserto.
Ecco: solo balbettii eco-sentimentali, sentiti e vissuti
come aghi di dolore, ficcati in ferite senza tempo né cura.
- Era... l'Ambiente
- Era..: la luna alta nel cielo di perla,
spezzato... nero di orribili mostri...
bucati da livide luci...
- e frusciare d'acqua da cieli d'ametista...
lustrali...infinite...passate sulla
alta Torre.
- Era...: il bramire lungo di mandre di
cervi e il vento rispondere dai
mondi a olmi e salici attorti...
ululare di lupi a inutili prede, nascoste
in ombre remote di folta boscaglia.
- E barriti di elefanti lambivano cieli lontani
a proteggere cuccioli d' acque, scosse da
sauri-mostro
- Era...: il trilobite vagante, fissato su
esile gabbia, teso a improbabili
primavere...
il lamento del mare lambiva soglie di vita ormai estinte.
- Era...: l'esile volpe flessuosa... a guizzi e
gracidare di rane... e libellule
d'aria in scaglie cromatiche di
metallo...
e uggiolare di cani nelle praterie...
e sibili orribili di cobra ipogei...
e stupende cicute presaghe di morti...
e cavalli nitrire, forti levati in amore.
- Era.: il grido strozzato notturno alla luna
di gallinelle d'acqua..., spavento
alla Torre ferma dell'acquitrino...
e magia di melodie di uccelli di fronda,
chiulare di merli ai dolci nidi di siepe
e tane ascose di calde nutrie.
-Era...: il gioco sacro di cuccioli d'uomo
vittime immolate a invisibili mostri di
Nemesis...
- Erano...: tutte...voci di luna portate lontane...
dal vento...
- Non uccidere l'Airone di fuoco, rosso, alto levato....!

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 2192965  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

Commenti

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANO5° Concorso Letterario C. Martinelli (2015-2016)

4° Concorso Letterario C.

3° Concorso (2014-2015)
2° Concorso (2013)
1° Concorso (2012)

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org