Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Libri Convenzioni Concorso Letterario

Casale della Cervelletta – Sconfitta l’indifferenza ma il destino del monumento sembra segnato

16 novembre 2017 - Una sala Falconi completamente piena, con posti in piedi, e la presenza della Presidente del IV Municipio Roberta Della Casa e degli Assessori Stefano Rosati e Andrea Mariotti hanno dato almeno una indicazione positiva: è stata sconfitta l’indifferenza che gravava sul destino del manufatto storico. Ma le cose positive finiscono lì perché il futuro del più significativo monumento della tiburtina sembra già segnato e le responsabilità sono tutte di chi ha governato nel passato con scelte quantomeno discutibili. Sintetizzando l’esito del confronto possiamo dire che il colpevole della situazione attuale è da ricercare nelle precedenti amministrazioni che, dopo aver acquisito il casale storico al patrimonio di Roma in cambio di permute miliardarie (in lire), non hanno saputo o voluto tutelare questo bene prezioso della collettività ed ora, probabilmente, è troppo tardi per farlo perché non sarà facile trovare i 30 milioni di euro per metterlo in sicurezza.
Buono e articolato il dibattito con tutti gli oratori che hanno espresso un condivisibile punto di vista. Mai come questa volta sembravano avere tutti ragione compreso quanto espresso nell’intervento della Presidente Roberta Della Casa che ha rimandato al mittente tutti gli attacchi verso l’attuale amministrazione.

Al dibattito sono emersi alcuni spunti importanti:

1. L'acquisizione della tenuta e del Casale della Cervelletta da parte del Patrimonio di Roma, sul finire degli anni ’90, fu un affare solo per la società che ne deteneva la proprietà.
2. Il “giovane agricoltore” che ha vinto il bando del Comune di Roma per l’affitto dei terreni della Cervelletta per un'attività di agricoltura biologica, non proprio indicata in un'area soggetta ad esondazioni della rete fognaria e del fiume Aniene, paga un affitto al comune di soli 1600 euro l'anno per 15 +15 anni.
3. L’associazione che dal 2014 al 2015 ha gestito il Casale in base ad un affido poi ritirato, ha danneggiato alcune parti dell’edificio storico per gestire al meglio il proprio "business".
4. Il IV Municipio ha richiesto al comune l'acquisizione del "bene" per gestirlo direttamente. Avendo ben presente e sotto controllo la situazione e negando per motivi di sicurezza l'accesso al suddetto Casale della Cervelletta, in base ad una perizia tecnica. Rimandando di fatto l'utilizzo della struttura a dopo la sua messa in sicurezza. Tenendo conto che occorrono tanti milioni di euro per sistemarlo, temiamo che questo monumento resterà chiuso per alcuni secoli e quindi non godibile dalla cittadinanza.

Trovare dei privati che possano finanziare il progetto senza richiederne lo sfruttamento sembra un’impresa più ardua che sbarcare su Marte. Ma il Coordinamento Uniti per la Cervelletta non demorde e rilancerà presto nuove azioni per arrivare al vero "proprietario" del Casale e cioè il comune di Roma, che ieri non era presente al confronto. Ma di questo ve ne daremo notizia in futuro.

Per concludere, a mio parere, il Casale Storico della Cervelletta ha avuto il solo torto di essere stato costruito nel territorio più bistrattato della Capitale. In qualsiasi altra città avrebbe avuto un destino ben diverso dall’abbandono a cui sembra irrimediabilmente condannato.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 2255016  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

6° Concorso Letterario Caterina Martinelli

scadenza 30 aprile 2018 - scarica il regolamento

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

6° edizione (2018) Regolamento
5° edizione (2017)
4° edizione (2016)
3° edizione (2014-2015)
2° edizione (2013)
1° edizione (2012)

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org