Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Nuove opere per la comunità – La risposta potrebbe arrivare dal “crowdfunding”

26 novembre 2018 - L’ultima opera realizzata nel quartiere dall’amministrazione pubblica risale ormai a oltre un decennio fa e non sono previsti nuovi progetti per i prossimi anni. Invece da parte dei residenti c’è l’esigenza di preservare i beni comuni che possediamo e dare vita a quelle nuove opere necessarie per il territorio. Le idee sono tante ma le finanze indispensabili latitano. Se ci fosse la disponibilità economica si potrebbe, ad esempio, ristrutturare e coprire il vecchio anfiteatro di via Ruini per avere un’area dove promuovere spettacoli ed eventi culturali senza dover elemosinare spazi a destra e a manca, si potrebbero ristrutturare i due vialetti di attraversamento di viale Franceschini e dotarli di illuminazione, si potrebbe istallare una nuova area ludica per i bambini nel giardino Tozzetti, si potrebbe ristrutturare la pavimentazione del campo di basket del parco Babusci, si potrebbe procedere ad una ristrutturazione del parco Baden Powell e dotarlo di un nuovo impianto di illuminazione, si potrebbe addirittura mettere in sicurezza il Casale Storico della Cervelletta ma questo forse è un progetto troppo ambizioso, si potrebbe … con l’aiuto di tutti sarebbe possibile individuare tante altre idee per rendere unico questo quartiere ma quello che manca sono le risorse per attuarle. L’unica risposta possibile allo stato dei fatti è una sola ma dipende dall’impegno di tutti noi, associazioni, imprese e cittadini: il crowdfunding.
Il crowdfunding è un processo di finanziamento collettivo e collaborativo da parte di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. Il web è solitamente la piattaforma che permette l'incontro e la collaborazione dei soggetti coinvolti in un progetto di crowdfunding. Esistono siti web che facilitano l'incontro tra la domanda di finanziamenti da parte di chi promuove dei progetti e l'offerta di denaro da parte degli utenti. In pratica si tratta di un microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse per una idea comune da realizzare. Esistono diversi tipi di finanziamento collettivo ( per ricompensa, per donazione, per prestito, sotto forma di capitale di rischio) ma quello che interessa noi è quello “civico”. Il finanziamento collettivo civico è uno dei tipi di raccolta fondi dal basso che sta riscuotendo maggior successo. Un numero crescente di soggetti istituzionali come comuni, enti provinciali, municipalità ecc. se ne sta servendo per finanziare opere pubbliche e attività di restauro del tessuto urbano. Il finanziamento civico propugna il superamento della separazione concettuale tra le sfere del privato, del pubblico e dell'impresa in vista di un bene e di un benessere comune. Grazie al finanziamento civico alcune metropoli hanno realizzato importanti progetti. Tra queste ci sono la campagna pubblica per la costruzione di un ponte pedonale a Rotterdam nel 2011, quella per la conversione di un magazzino sotterraneo in parco pubblico a New York e quella lanciata dal sindaco di Filadelfia nel 2013 per acquistare materiale scolastico. In Italia un primo interessante esempio di finanziamento civico è quello lanciato dal Comune di Bologna per il restauro del Portico di San Luca, uno dei monumenti simbolo del capoluogo emiliano.
E allora perché non tentare questa opportunità nel nostro quartiere magari partendo da un progetto non troppo ambizioso per testare il meccanismo e la risposta delle persone? La valutazione di questa opportunità potrebbe partire dai vostri commenti sui post Facebook per poi passare ad un sondaggio sui gruppi di quartiere chiedendo: “Saresti disposto a dare un piccolo contributo per migliorare la vivibilità del tuo territorio?”. Che cosa ne pensate? Io penso che questo quartiere abbia già dimostrato di poter costruire qualcosa da solo, ora basterebbe alzare un pochino l’asticella dell’impegno popolare.

Articoli letti: 1980585  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

6° edizione (2018) Regolamento
5° edizione (2017)
4° edizione (2016)
3° edizione (2014-2015)
2° edizione (2013)
1° edizione (2012)

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org