Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Il fallimento della raccolta rifiuti a Roma tra disservizi e progetti incomprensibili

7 gennaio 2019 - La raccolta differenziata è nata a Roma nel 2008 con una sperimentazione “porta a porta” sul quartiere di Colli Aniene. Per circa 8 anni, possiamo asserire che ha funzionato in maniera decente e la collaborazione dei residenti ne ha decretato il successo. La fase successiva è stata quella di estendere il servizio al resto della città senza però valutare bene le risorse occorrenti in termini di personale, mezzi di trasporto e aree di smaltimento. Le mancate ed impopolari scelte sull’utilizzo di termovalorizzatori o inceneritori ha fatto il resto decretando di fatto il “fallimento” della raccolta differenziata a Roma e soprattutto il tracollo di un servizio essenziale alla cittadinanza in termini di sicurezza igienico sanitaria. Ormai sul discorso rifiuti a Roma l’ironia viaggia sul web e quasi tutti hanno visto lo spassoso filmato “La grande monnezza” realizzato dalle note attrici Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti sulla raccolta differenziata a Roma. Nel video traspare tutta l’ironia di chi vorrebbe comportarsi da cittadino modello ed eseguire correttamente la ripartizione dei rifiuti e si trova di fronte ad una situazione incresciosa che vanifica tutti i propri sforzi. Altri invece hanno realizzato immagini in cui le montagne dei rifiuti superano l’altezza di un uomo, battezzate “tre metri sotto i rifiuti”, e altri ancora hanno filmato i poco simpatici roditori che proliferano a ridosso di queste cataste disgustose e, in qualche caso, hanno raggiunto le abitazioni dei piani bassi. Ma anziché parlare di soluzioni idonee al problema arrivano dal Campidoglio incomprensibili progetti per scaricare sulla cittadinanza il problema. Nei prossimi giorni la Sindaca Virginia Raggi e l'Assessora Pinuccia Montanari vogliono approvare una delibera che chiederà ai cittadini romani di pulirsi i marciapiedi davanti le proprie abitazioni e non solo. L'ennesima proposta cervellotica che tende solo a prendere tempo senza affrontare il vero problema. Questa idea di usare i cittadini al posto degli operatori ecologici segue quelle precedenti delle pecore al posto dei giardinieri comunali e i militari del Genio al posto degli operatori AMA. Un modo poco corretto per chiedere ai cittadini di sostituirsi alle mancanze comunali con un obbligo di legge. Un tentativo per nascondere mancanze di idee ed incompetenze da rispedire al mittente con procedura d’urgenza.
Del resto, proprio dai cittadini in passato e in maniera spontanea sono partite iniziative di decenza e di decoro come la cura del verde pubblico, mai incentivata dall’amministrazione capitolina, e che ora rischia il fallimento. La cura della città deve essere "condivisa” ma ognuno faccia la propria parte visto che in quanto a balzelli siamo già molto tartassati. Evitiamo quantomeno di scaricare sui cittadini le responsabilità di una classe politica e dirigente, quantomeno incompetente, che oggi e nel passato ha ridotto la “città eterna” ad una immensa pattumiera.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2358796  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org