Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

“Sta per crollare la torre della Cervelletta” – accorato appello del Coordinamento al Presidente della Repubblica

30 gennaio 2019 - Un accorato appello del Coordinamento Uniti per la Cervelletta viene indirizzato al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, al Ministro per i Beni e le Attività Culturali. Riguarda la bellissima torre del 1200 del Casale della Cervelletta. Un bene dal 2001 di proprietà del Comune di Roma ma che, a dispetto dei vincoli culturali, storici e ambientali è in completo abbandono. Nonostante le continue richieste e l’instancabile impegno dei cittadini, nulla è stato fatto per la salvaguardia e il restauro.
La torre sta per crollare: è il grido di allarme che viene ripreso e testimoniato da architetti, ingegneri, studiosi di storia dell’arte, artisti, registi, scrittori e intellettuali. La voce della cultura e della scienza troverà un ascolto? È il dilemma e il dramma di questa bella e maltrattata Italia.
Se la torre collassa sarà per l’inerzia, il persistente stato di abbandono, la mancata tutela, fattori naturali (agenti atmosferici, infestazione arborea, ecc. ) e periodici vandalismi.
Non possiamo aspettare oltre” – dichiara Uniti per la Cervelletta – “e se nessuna azione o risorsa economica verrà messa in campo attiveremo le relative denunce”.
Nel mentre altre azioni sono previste; si comincia con raccolta di adesioni su changeorg, per passare a iniziative locali. Inoltre è stata organizzata una apposita Conferenza Stampa su questo tema che si terrà venerdì 1 febbraio 2019 alle ore 15,00 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio.

Ecco il testo dell’appello:
“All’Illustrissimo Presidente della Repubblica Prof. Sergio Mattarella
All’Onorevole Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte
All’Onorevole Ministro per i Beni e le Attività Culturali Dott. Alberto Bonisoli
All’Onorevole Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti
All’Onorevole Sindaco di Roma Capitale Avv. Virginia Raggi

e p.c.
• Al Direttore del Segretariato Regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il Lazio dott. Leonardo Nardella
• Al Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma, arch. Francesco Prosperetti
• Al Soprintendente Capitolino ai beni Culturali dott. Claudio Parisi Presicce
• All’Assessore al Patrimonio e alle Politiche abitative Rosalia Alba Castiglione
• Al Direttore Del Dipartimento U.O. Erp e Autotutela Dott. Aldo Barletta


OGGETTO: Appello per la messa in sicurezza e la salvaguardia della torre duecentesca del Casale della Cervelletta

Il Casale della Cervelletta, complesso di proprietà di Roma Capitale dal 2001 posto nel Sito Naturale della Valle dell’Aniene, riversa in uno stato di abbandono e di avanzato degrado che richiede urgenti interventi di messa in sicurezza e restauro.
Lo sforzo prodotto dall’ associazionismo e dai cittadini attraverso il Coordinamento “Uniti per la Cervelletta, ha consentito di aprire un riflettore sul patrimonio storico, culturale e ambientale di questa parte del territorio romano.
L’ entusiasmante esperienza del Cinema America alla Cervelletta (giugno – luglio 2018) ha verificato l’interesse e le adesioni di attori e registi (Daniele Vicari, Daniele Luchetti, Matteo Garrone, Isabella Ragonese, Riccardo Milani e Paola Cortellesi. (… Omissis)
A questo impegno, offerto spontaneamente e generosamente, non ha corrisposto alcun intervento da parte delle Istituzioni competenti.
La nostra maggiore preoccupazione è per la torre, costruzione del XIII secolo che sovrasta il complesso con i suoi trenta metri di altezza, e una tra le poche ancora in piedi nell’Agro Romano. Nella sua fondamentale storia della “Campagna romana” lo storico Giuseppe Tomassetti così la descrive: “…la bella torre medievale che signoreggia tutta la fabbrica ed è una delle più importanti della campagna romana. Essa è quadrata, costruita con minuscoli parallelepipedi di tufa, tipo del secolo XIII in XIV, e conserva tuttora, oltre le finestre sagomate in pietra, i modiglioni sporgenti in alto già sostenenti un ballatoio scomparso ed una garitta dal lato ovest”.
A dispetto dei vincoli di tutela ambientali, paesaggistici e monumentali cui è sottoposta insieme al Casale, la torre non ha mai usufruito dei necessari interventi di manutenzione: nella sostanza è in totale abbandono, dimenticata da tutte le istituzioni.
Con un concreto rischio di rovinare a terra trascinando con sé il casale.
Da alcuni anni presenta lesioni verticali su almeno due dei suoi quattro fianchi e da tempo si chiede la messa in sicurezza della struttura tramite la cerchiatura.
Le murature e la merlatura guelfa della torre sono invase da vegetazione infestante cresciuta nel corso del tempo fra le pietre. Le dimensioni delle piante e le loro radici disgreganti rappresentano un pericolo ulteriore.
Le immagini acquisite recentemente attraverso un drone evidenziano come alcune guaine bituminose poste a copertura della sommità della torre si siano sollevate e ripiegate su sé stesse lasciando così scoperti i solai lignei: un pericoloso varco aperto alle piogge invernali che produrrà ulteriori danni e crolli delle travature e dei piani in legno e che indeboliranno ulteriormente tutta la struttura.
Il crollo è probabile nei tempi brevi. C’è la massima urgenza di un intervento delle istituzioni competenti o di questa importante testimonianza rimarrà ben poco.
Del Casale della Cervelletta tanto è irrimediabilmente perduto ma tanto può ancora essere salvato. Per l’emergenza che riguarda la torre ci appelliamo alle SS.LL. affinché siano stanziate al più presto le risorse necessarie ad una verifica delle condizioni strutturali, alla rimozione delle cause di infiltrazioni e ad un qualche intervento di messa in sicurezza.
Chiediamo che sia compiuto lo sforzo economico, organizzativo e procedurale necessario a restituire al patrimonio culturale nazionale uno dei suoi capitoli più rari e preziosi e al territorio il loro volto storico e, con esso, la prospettiva del futuro.

Roma, 25 gennaio 2019


FIRMATARI

Michele Zampilli Docente Architettura Università Roma Tre
Francesca Geremia Dipartimento Architettura Università Roma Tre
Daniela Esposito Docente Architettura Università "La Sapienza" di Roma
Paolo Berdini Urbanista
Giorgio Nebbia ambientalista
Tomaso Montanari Docente Storia arte moderna Università per Stranieri di Siena Marcello Teodonio Docente Letteratura italiana Università Tor Vergata di Roma
Lisa Lambusier Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma
Carlo Cellamare Docente Ingegneria, Università La Sapienza di Roma
Susanna Passigli Docente Architettura Università "La Sapienza" di Roma
Elisabetta Pallottino Docente e direttore Dipartimento Architettura Università Roma Tre
Paola Porretta Docente Architettura Università Roma Tre
Antonio Pugliano Docente Architettura Università Roma Tre
Francesca Romana Stabile Docente Architettura Università Roma Tre
Lucinia Speciale Docente Storia dell'arte Medievale Università del Salento
Arch. Vezio de Lucia Urbanista Manlio Lilli Archeologo
Adriana Goni Mazzitelli Docente Urbanistica Universidad de Uruguay
Marcella Delle Donne Docente Scienze Sociali ed Economiche Università La Sapienza Roma
Riccardo Troisi Ing. IT Procurement & License Manager
Lorenzo Nava Formatore ed esperto di politiche sociali
Patitucci Manfredi Garden Designer
Ivana della Portella Storica dell’arte e critica d’arte
Giuseppe Gisotti Geologo Presidente Onorario SIGEA Francesco Careri docente Architettura Università di Roma Tre
Franco Ruffini Docente Dams Università Roma Tre Critico teatrale
Rita Paris già Direttore Parco Archeologico Appia Antica
Annamaria Rivera già Docente di Etnologia e Antropologia Università di Bari
Paolo Pietrangeli musicista e regista televisivo
Fabio Massimo Lozzi regista e sceneggiatore
Maria Lenti poetessa
Cecilia Mangini regista
Carmine Amoroso scrittore, sceneggiatore e regista
Magda Mercatali attrice
Stefania Tuzi Docente Architettura Contemporanea, Università la Sapienza Roma
Nunzia Greco attrice Antonia Baraldi Sani comitato nazionale scuola e costituzione Francesco (Citto) Maselli regista
Benedetta Buccellato attrice, regista teatrale, Docente Accad. Naz. d’Arte Drammatica
Mirella Di Giovine Docente Architettura Università Sapienza, Roma
Giorgio De Finis antropologo, direttore MACRO Asilo
Anna Lei Architettura e Progetto, Università la Sapienza di Roma Oreste Rutigliano ambientalista Vittorio Emiliani Presidente Comitato per la bellezza giornalista, scrittore
Luigi Manconi docente Sociologia Università di comunicazione e lingue IULM
Carlo Travaglini docente Storia economica Università Roma Tre
Raniero Maggini presidente WWF Roma e area metropolitana

Comunicato Stampa del Coordinamento Uniti per la Cervelletta
www.collianiene.org
news@collianiene.org

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2191768  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org