Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Aperto il dibattito sulle alberature ritenute pericolose: vanno rimosse o no?

28 marzo 2019 - Il dibattito sulla rimozione delle alberature pericolose si è improvvisamente acceso a Colli Aniene dopo il taglio di un grosso Cedro in via Pietro Campilli da parte del Servizio Giardini. Da una parte i sostenitori della sicurezza della comunità dall’altra i difensori ad oltranza del patrimonio arboreo. Due posizioni che hanno entrambe le loro ragioni e che non avrebbero senso di esistere se, prima del taglio di un albero, fosse consultato un agronomo in grado di stabilire la vera pericolosità della pianta. Ma in scarsa presenza di questa figura nell’organico del Dipartimento del Verde, Roma Capitale ha deciso che, in caso di dubbio sulla stabilità delle piante, queste siano rimosse.
Premesso che siamo perfettamente consapevoli dell’importanza degli alberi nel processo di riconversione dell’anidride carbonica in ossigeno, ossia l’ultimo baluardo contro il proliferare dell’aumento delle temperature sulla terra e dei conseguenti fenomeni atmosferici estremi, occorre considerare il quadro complessivo dello stato degli alberi nel quartiere. Probabilmente non tutti sanno che negli ultimi dieci anni a Colli Aniene si sono abbattuti al suolo oltre cento alberi e che la caduta di alcuni di questi hanno coinvolto veicoli posteggiati sotto le piante. Alcune alberature di alto fusto sono cadute perfino nei giardini delle scuole o nei parchi accanto alle aree ludiche dove giocano i bambini mettendo a rischio l’incolumità di grandi e piccini. Anche se il territorio del quartiere è piuttosto vasto, solo per fortuna, fino ad oggi, non abbiamo avuto persone coinvolte da questi “incidenti” dovuti soprattutto agli inesistenti controlli del territorio. Da parte dell’amministrazione capitolina c’è sempre l’alibi delle scarse risorse disponibili a fronte di tasse fra le più alte d’Italia che i cittadini romani versano all’erario.
Nella “città ideale”, molto lontana dalla realtà romana, esisterebbe un’opera di prevenzione in grado di valutare, attraverso controlli periodici, lo stato del suo patrimonio arboreo consentendo in questo modo la tutela delle persone e delle piante. In questo quadro utopico, se si rendesse necessaria la rimozione di un albero, automaticamente se ne pianterebbe un altro in grado di sostituire in breve tempo quello rimosso nella sua funzione ambientale. L’importanza del verde pubblico è ben conosciuta da noi che abitiamo un territorio ricco di vegetazione e l'arredo del verde va certamente tutelato come va garantita la sicurezza delle persone. In una città che funzionasse veramente un dibattito come questo non avrebbe neanche motivo di esistere ed è proprio un nuovo modello di tutela e prevenzione dell’ambiente, nel funzionamento generale della “cosa pubblica”, è ciò che dobbiamo “pretendere”. È utopia?

Per ora, nello scenario attuale, il cittadino ha tutto il diritto di segnalare un albero pericoloso all'amministrazione pubblica. È dovere dell'amministrazione locale stabilire le operazioni da fare per assicurare la sicurezza sul territorio in base alle leggi vigenti.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2313887  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

CONCORSO FOTOGRAFICO "ROMA EST, UN TERRITORIO DA RISCOPRIRE!" (Bando) - Scadenza 30 marzo 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org