Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

“Le scuole contadine dell’agro romano” nella Biblioteca Vaccheria Nardi

18 aprile 2019 - Un nuovo seminario promosso dal Coordinamento Uniti per la Cervelletta si terrà venerdì 19 aprile alle 17,00 presso la Biblioteca Comunale della Vaccheria Nardi. "Le scuole per i contadini" prendono le mosse dall'attività di un gruppo di donne della Sezione romana dell'Unione Femminile Nazionale, presieduta da Anna Fraentzel Celli, moglie del professore d'igiene e malariologo Angelo Celli.
A partire dalle loro iniziative, nei primi anni del Novecento si ha avvio un'opera di alfabetizzazione delle popolazioni contadine dell'agro romano. Alla battaglia condotta dal professore Angelo Celli contro la malaria che infestava quelle zone, si unì, dunque, quella dell'alfabetizzazione dei contadini e dei guitti, strumento indispensabile per coadiuvare la lotta contro la malaria e vincere la naturale diffidenza di quelle popolazioni. Ai coniugi Celli si associò in breve il poeta Giovanni Cena insieme alla sua compagna, la scrittrice Sibilla Aleramo, e, inoltre, l'educatore Alessandro Marcucci, che ben presto divenne il direttore delle Scuole per i contadini dell'Agro romano, l'artista Duilio Cambellotti e il letterato Carlo Segrè.
Le scuole contadine si diffusero rapidamente, prima nell'Agro romano e poi in quello pontino, nonostante le grandi difficoltà logistiche, economiche e le resistenze “ culturali”. Non è un caso che il primo tentativo di avviare una scuola contadina fu intrapresa da Anna Fraentzel proprio alla Cervelletta. In quel casale, con il professor Celli seguiva infatti la prima stazione sanitaria contro la malaria e visto che gli affittuari si lamentavano di non potere provvedere all’istruzione dei propri figli per la mancanza di scuole nelle località di campagna propose di destinare una stanza del casale per l’ alfabetizzazione di guitti e monelli . Aveva già trovato una coppia di maestri disposti a trasferirsi dalla città, quando fu ostacolata nel suo proposito proprio da uno degli affittuari che, adducendo vari pretesti, non volle cedere i locali necessari alla scuola, sostenendo tra l’altro che se “i suoi dipendenti avessero imparato a leggere, avrebbero letto il giornale socialista 'Avanti' e sarebbero anch’essi diventati socialisti e coi socialisti aveva avuto già abbastanza a che fare in Lombardia.
Ebbe più fortuna con gli affittuari di una tenuta vicina e così fu possibile, con l’aiuto del Comune, istituire una scuola rurale alla Rustica. Le scuole destinate alla vasta popolazione analfabeta della Campagna romana furono festive, serali e diurne, allestite in luoghi di fortuna - capanne, stalle, vagoni ferroviari in disuso, chiese.
Bisognerà attendere il 1912 per la prima scuola in muratura nella Campagna romana: venne costruita nel 1912 a Colle di Fuori, una località presso Rocca Priora, a pochi chilometri dalla Capitale. Il solco dell’emancipazione culturale era così tracciato.

Relatori dell'incontro:

GIOVANNA ALATRI Museo Storico della Didattica Laeng

JUERGEN WILDNER Dirigente scienze infermieristiche

LUCIANA FEDELI Direttrice sistema bibliotecario Monti Prenestini

Comunicazioni dell’ Unione femminile nazionale

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2192984  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

CONCORSO FOTOGRAFICO "ROMA EST, UN TERRITORIO DA RISCOPRIRE!" (Bando) - Scadenza 30 marzo 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org