Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Meglio i roghi tossici o gli inceneritori e i termovalorizzatori ?

3 maggio 2019 - Si apre da oggi a Roma Est il dibattito se sia meglio respirare diossina e altre sostanze cancerogene derivanti dai roghi tossici o se non sia meglio trovare una soluzione alternativa anche se ad un primo approccio non sembra la via più ecologica. Partiamo dalla considerazione che il piano “rifiuti zero” del Comune di Roma sta andando troppo lentamente se non è addirittura fallito prima di nascere. Zero rifiuti è un ottimo obiettivo ma deve essere accompagnato da provvedimenti che, al momento attuale, faticano ad essere messi in atto dall’amministrazione comunale. Principalmente per questo e per tanti altri motivi ci troviamo il territorio disseminato di grandi e piccole discariche che non si riescono a smaltire in tempi brevi soprattutto per la difficoltà di AMA di avviarli ad impianti di trattamento. I roghi tossici derivanti da queste discariche sono sicuramente atti criminali dolosi su cui la magistratura deve indagare per accertare la verità ma non ci possiamo fermare ad attendere i risultati mentre la gente si avvelena con quello che viene immesso nell’aria e nelle falde acquifere in termine di sostanze inquinanti. Occorre trovare una soluzione vera anche se non è quella più gradita (‘Not In My Back Yard’ ossia ‘Non nel mio giardino’ indica la protesta da parte di membri di una comunità locale contro opere di interesse pubblico sul proprio territorio). Bisogna per prima cosa mettersi d’accordo su cosa sia meglio per noi e vagliare attentamente due possibili alternative:

1. Costruire inceneritori e, soprattutto, termovalorizzatori in grado di ripulire il territorio e smaltire tutti i rifiuti che produciamo ogni giorno.
2. Far funzionare molto meglio di oggi la raccolta dei rifiuti e perseguire criminalità e mafie spesso additati da chi governa come i responsabili dei roghi.

La via più semplice e più sicura al giorno d’oggi, perché se me lo aveste chiesto vent’anni fa vi avrei risposto in maniera differente, è la prima. Con l’utilizzo di impianti termici per la distruzione dei rifiuti si ottiene un notevole risparmio di anidride carbonica diffusa nell’aria rispetto al rifiuto lasciato semplicemente in discarica che produce un biogas inevitabilmente finisce nell’atmosfera con un forte effetto di alterazione climatica. Figuriamoci poi se il rifiuto viene bruciato in discariche a cielo aperto, come avviene puntualmente a Roma Est per mano di gente criminale. Il danno ambientale è notevole sia in termini sanitari che di alterazione climatica. Con l’utilizzo di inceneritori e termovalorizzatori il problema vero è la qualità degli impianti e dei controlli ma possiamo affermare con certezza che quelli di nuova generazione sono sicuri e assicurano il rispetto ambientale e sull'impatto sanitario. Sono utilizzati in tutta Europa senza alcun tipo di problema.
Esistono altre vie per garantire la salute dei cittadini? Probabilmente la risposta è affermativa e nei prossimi giorni vi illustreremo altri progetti interessanti. L’importante è decidersi da che parte andare per garantire il diritto di respirare aria e non diossina.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2192958  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

CONCORSO FOTOGRAFICO "ROMA EST, UN TERRITORIO DA RISCOPRIRE!" (Bando) - Scadenza 30 marzo 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org