Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Il Cyberbullismo – Un fenomeno in forte aumento che colpisce adulti e ragazzi

6 novembre 2019 - Il bullismo sul web è un fenomeno in costante aumento che può portare conseguenze anche gravi per chi lo subisce. Il bullismo esiste da tempo immemore invece il cyberbullismo è proliferato grazie allo sviluppo dei moderni dispositivi tecnologici. Tuttavia la velocità dell'evoluzione tecnologica e il cambiamento nelle modalità di comunicazione online, non ha permesso ai “cittadini digitali” di scindere consapevolmente i comportamenti ammissibili in rete da quelli problematici e potenzialmente dannosi. Così che parallelamente all'uso consapevole e intelligente della rete internet, si è sviluppato e diffuso un uso distorto e improprio, il cui confine appare spesso labile e pericoloso. A differenza del comportamento diretto del bullo verso la vittima, il cyberbullo si nasconde vigliaccamente dietro una tastiera, spesso utilizzando account anonimi o fuorvianti, e si avvale del sostegno di amici e conoscenti per perseguitare la vittima di turno. In alcuni casi non si rende neppure conto di quello che fa, il cyberbullismo come il bullismo è un reato, e la sua reazione è il più delle volte sostenuta dalla giustificazione di aver subito un torto (mi hanno cancellato un post! Io sto difendendo una categoria! Stanno attaccando le mie opinioni o la mia squadra del cuore! Etc.) . Il cyberbullo non riesce a comprendere che anche sul web o sui social network ci sono regole che vanno rispettate, pensa di poter fare tutto senza alcun controllo. I comportamenti poco civili si sviluppano attraverso una serie di azioni ripetute nel tempo nel tentativo di danneggiare gli altri. “Il cyberbullismo è una nuova e più sottile forma di bullismo, definito come la ripetizione intenzionale di atti aggressivi tra un perpetuatore e una vittima, all'interno di una relazione sbilanciata di potere, tramite tecnologie di comunicazione (Kowalski et al., 2014)”.
Tra gli atteggiamenti che rientrano nella categoria si può includere il “leone da tastiera” ossia l’individuo che attraverso il web sfoga sugli altri le sue frustrazioni, gli insuccessi e le insoddisfazioni. L’aggressore, ad esempio, non è in grado neppure di comprendere quale sia la funzione di un gruppo Facebook e le regole che lo accompagnano, vuole completa libertà di fare quello che gli passa per la testa. Non riesce a capire che un amministratore web di un sito o di un gruppo deve tutelare tutti e fare in modo che si rimanga nei confini del vivere civile. Se viene cancellato un post o un commento eccessivo, spesso dietro una segnalazione arrivata da un’altra persona, viene fatto al solo scopo di tutelare proprio chi lo ha scritto e non certamente per censurare opinioni o pensieri. Invece per il cyberbullo/leone da tastiera questa azione rappresenta un atto di “lesa maestà” e non può sopportare quella che lui definisce una censura. E allora si accanisce verso "chi ha osato censurarlo” o verso chi ha un’opinione diversa. Il disimpegno morale e la mancanza di empatia, che caratterizzano il comportamento del bullo online, potenziano l'impatto negativo che queste azioni comportano.

Ecco alcune categorie di cyberbullismo:
Flaming: messaggi online violenti e volgari (vedi "flame") mirati a suscitare battaglie verbali in un forum.
Molestie (harassment): spedizione ripetuta di messaggi insultanti mirati a ferire qualcuno.
Denigrazione: sparlare di qualcuno per danneggiare gratuitamente e con cattiveria la sua reputazione, via e-mail, messaggistica istantanea, gruppi su social network, etc.
Sostituzione di persona ("impersonation"): farsi passare per un'altra persona per spedire messaggi o pubblicare testi reprensibili.
Inganno: (trickery); ottenere la fiducia di qualcuno con l'inganno per poi pubblicare o condividere con altri le informazioni confidate via mezzi elettronici.
Esclusione: escludere deliberatamente una persona da un gruppo online per provocare in essa un sentimento di emarginazione.
Cyberpersecuzione ("cyberstalking"): molestie e denigrazioni ripetute e minacciose mirate a incutere paura.
Doxing: diffusione pubblica via internet di dati personali e sensibili.

Dal cyber bullismo ci si può difendere, non servono super poteri. Vi invitiamo a leggere l’articolo in merito pubblicato sul sito della Croce Rossa Italiana.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scaduto il 30 Giugno 2019 il termine delle iscrizioni - In attesa dei risultati

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 1581285  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org