Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

La materna Franceschini in condizioni peggiori o uguali alla scuola Mary Poppins

20 novembre 2019 - Se Atene piange, Sparta non ride! Ci dispiace riaffrontare l’argomento “edifici scolastici fatiscenti” a distanza di poche ore dall’ultimo articolo ma qui stiamo parlando di problemi di sicurezza in due scuole per l’infanzia. Proprio nella giornata mondiale dedicata ai diritti dei bambini dobbiamo evidenziare nuovi disagi nelle scuole del territorio e lo facciamo in seguito ad una segnalazione ricevuta in redazione da parte dei genitori. Ricordiamo che il Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, all’inizio di questo anno, ha manifestato all’Italia le proprie preoccupazioni dettando una serie di raccomandazioni urgenti tra le quali rientrano le misure per render gli edifici scolastici sicuri e accoglienti. Una raccomandazione completamente disattesa che per ora non ha avuto alcun tipo di risultato, visto che gli edifici scolastici in gran parte del territorio nazionale continuano peggiorare le proprie condizioni di sicurezza.

Tornando al tema dell’articolo, riportiamo il contenuto dell’email inviata da un gruppo di genitori della scuola materna Ettore Franceschini di via Gullo, lasciando a voi tutti la possibilità di giudicare i fatti riportati: “La presente per segnalarvi il forte stato di disagio condiviso da giorni dai nostri figli e dal personale della scuola d'infanzia Ettore Franceschini. A seguito delle forti piogge di questi giorni, la scuola ha subito pesanti infiltrazioni dal tetto che hanno compromesso alcune aree comuni e determinato l'arresto temporaneo della corrente elettrica. Inoltre, tali infiltrazioni associate ad uno stato di umidità persistente nel tempo hanno contribuito alla nascita di muffa su pareti e soffitti dei bagni, come da foto allegata. Noi genitori ci siamo attivati per contattare sia l'ufficio tecnico che quello sulla sicurezza sul lavoro, che hanno quindi provveduto ad ispezionare la scuola e hanno constatato diverse criticità sotto i lucernari e lungo i corridoi. Tuttavia, questa doverosa attività di verifica non è stata seguita da alcun intervento pratico, ed anzi, è stato chiesto al personale della scuola di interdire le aree con mezzi di fortuna presi fra i materiali a disposizione. Secondo l'ufficio tecnico, quindi, le maestre avrebbero dovuto interrompere le normali attività didattiche per svolgere compiti non di loro pertinenza. Inoltre, alcuni genitori preoccupati per i propri figli hanno contattato i vigili del fuoco, i quali hanno preferito posticipare un eventuale intervento ritenendo che la situazione fosse già gestita dall'ufficio tecnico del comune.
Tutta questa inerzia ed approssimazione ci ha lasciato fortemente interdetti, ma ancora più sorprendente è stato l'intervento (richiesto dai genitori) da parte dell'ASL di via Bardanzellu. Gli ispettori hanno controllato i locali e in seguito, con il personale di scuola, hanno eseguito l'interdizione delle aree con giocattoli, sedie e arredi vari (si allega foto) dando chiaramente l'idea di aver fatto quanto possibile e senza ritornare per mettere in campo interventi più adeguati.
Noi quindi rivolgiamo a voi e a tutti una domanda: a chi dovremmo rivolgerci per ottenere un intervento degno di un paese civile? A chi chiedere una scuola sicura per tutti? Ci sentiamo abbandonati ancora una volta dalle istituzioni, istituzioni che avrebbero l'obbligo di proteggere e supportare noi ma soprattutto i nostri figli. Cordiali saluti. Un gruppo di genitori preoccupati.

Quello che abbiamo riportato è solo uno degli aspetti di mancata sicurezza di questa scuola, se qualcuno vuole accertarsi in merito ai reali problemi di sicurezza basta che dia un’occhiata alle immagini che abbiamo pubblicato in passato sulle condizioni raccapriccianti dei muri esterni dell’edificio scolastico.

Articoli letti: 1581272  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org