Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Movimento Legge Rifiuti Zero: “Ritorno al passato per il ciclo dei rifiuti a Roma Capitale ?”

10 dicembre 2019 - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento legge rifiuti zero per l’economia circolare aps in merito alla situazione rifiuti di Roma Capitale: “ RITORNO AL PASSATO PER IL CICLO DEI RIFIUTI A ROMA CAPITALE ??? - L’annuncio dell’amm.re Stefano Zaghis di un nuovo Piano industriale di AMA, basato sulla realizzazione della filiera impiantistica per i rifiuti di Roma Capitale, sarebbe funzionale a colmare il ritardo cronico della giunta Raggi a Roma nel garantire un servizio pur minimale di raccolta e smaltimento dei rifiuti all’altezza di una capitale europea che ha una delle tariffe rifiuti più care.
Peccato che il sesto amministratore di AMA, con nessuna competenza sul tema specifico, abbia annunciato un piano industriale a base di impianti di smaltimento come discariche - TMB e inceneritori per le frazioni inorganiche oltre che impianti a biogas per la frazione organica rievocando la perdente “strategia dei 4 quadranti” con mega impianti a servizio di un milione di abitanti!! Di fatto tutto quello che la Comunità europea ha oggi de-finanziato e posto all’ultimo gradino dei sistemi di trattamento dei rifiuti in quanto opposti all’avvio di una economia circolare come prescrivono le tre direttive del 2018 che tra sei mesi dovranno essere recepite anche dal parlamento italiano. Pensiamo che questo sarà l’ennesimo passo falso della giunta Raggi con un neofita sui rifiuti come Zaghis che ora propone l’imitazione pedissequa della filiera Emiliano-romagnola ispirata alla multiutility Hera ambiente che con sei inceneritori ha contaminato l’intera regione!!
Una ricetta stantia basata sulla limitazione della raccolta differenziata domiciliare agli attuali bassi livelli del 44% (fuori legge per la normativa italiana che prevede almeno il 65%) ma funzionali a mantenere una montagna di rifiuti indifferenziati da cui estrarre il CSS da mandare in incenerimento e poi in discarica, probabilmente presso l’inceneritore di Malagrotta di Manlio Cerroni che magari potrebbe anche entrare di diritto come socio minoritario in AMA ??
Sarebbe un bel ritorno al passato per AMA, da sempre asservita sino al 2013 alla gestione monopolistica del titolare della discarica di Malagrotta, con il beneplacito di una 'giunta 5 Stelle' che ha sempre sostenuto il contrario, attraverso un modello inattuato 'verso rifiuti zero' che ora verrebbe archiviato per evidente incapacità di dare seguito alla sua fase attuativa.
Serve invece oggi prendersi la responsabilità per far avanzare la raccolta differenziata domiciliare di qualità, avviare la realizzazione degli impianti necessari a Roma per il riciclaggio di materiali ben differenziati e per il compostaggio aerobico per la produzione di compost, con l’obiettivo di abbattere gradualmente lo smaltimento in discarica iniziando con l’azzerare subito qualsiasi ipotesi di nuovi inceneritori e impianti a biogas che ipotecherebbero il futuro!!
La delibera di iniziativa popolare sui rifiuti 104/2019, che sta approdando in campidoglio propone, oltre al decentramento operativo di AMA nei 15 Municipi, che sia avviato un Piano industriale di AMA con centri di riuso, isole ecologiche e piccoli impianti decentrati nei Municipi improntati ai principi di economia circolare: riutilizzo, riciclaggio e compostaggio aerobico.
Movimento legge rifiuti zero per l’economia circolare aps

Redazione
www.collianiene.org
news@collianiene.org

Articoli letti: 3000195

se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org