Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Una settimana difficile per un quartiere… “tranquillo”

6 febbraio 2020 - La notizia dell’arresto dei presunti componenti di una organizzazione criminale dedita ad attività illecite che andavano dalle intimidazioni con l'uso delle armi, pestaggi, incendi dolosi e soprattutto spaccio di droga, ha improvvisamente risvegliato gli abitanti di questo territorio da tutti definito un “quartiere tranquillo”. Osservare che, al contrario di quanto molti pensavano, la criminalità che imperversava su commercianti e cittadini non proveniva dai quartieri limitrofi ma l’avevamo in casa, ha sconcertato molti benpensanti. Del resto sembra che, in questo quartiere, se lo spaccio di droga lo fa quel ragazzo simpatico della porta accanto alla nostra, non sia poi così grave… solo un errore di gioventù a cui si può mettere rimedio. Molti di noi fanno presto a dimenticare le conseguenze dei crimini e i gravi episodi accaduti che hanno visto alcuni giovani ragazzi di Colli Aniene lasciare la vita per overdose o per gli effetti della droga che indebolisce il fisico fino a procurare la morte. Si fa fatica a legare il pericolo dello spaccio e del consumo di stupefacenti ad una persona che ti sta vicino fino a che non si piomba irrimediabilmente nel dramma. Leggere sui social media che molti residenti erano al corrente di quello che avveniva, ma hanno mostrato solo indifferenza di fronte ad episodi molto gravi, dovrebbe indignarci tutti. Perfino il controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine viene accolto con malcelato fastidio negando ogni presenza di episodi di criminalità nell’abitato. Gli abitanti di questo quartiere hanno preferito “non pensare” e “non vedere” delegando tutto il peso della sicurezza alle forze dell’ordine e ai pochi volontari che si battono per una socialità diversa. La rassegnazione vale per tutto, dal piccolo scasso alle automobili alle truffe agli anziani, dallo scippo al taglieggiamento agli esercizi commerciali che in molti casi sono costretti ad abbassare definitivamente la saracinesca. Se uno stesso negozio viene rapinato dieci o venti volte, a chi importa? Chi denuncia i fatti viene preso per visionario perché questo è un … quartiere tranquillo. Fare comunità è una cosa ben diversa da questa.

Articoli letti: 3000760

Il libro Fuga oltre le Colonne d'Ercole di Antonio Barcella, acquistabile anche con la “carta del docente” o con il “bonus cultura”, può essere ordinato sui seguenti circuiti on line ed è prenotabile nelle principali librerie:

se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org