Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Casale della Cervelletta: Strappare la tela di Penelope

19 febbraio 2020 - Nel periodo natalizio è stata realizzata una recinzione metallica posizionata tra i 30 e i 50 metri dalle mura perimetrali, che ha isolato il Casale della Cervelletta. Pur essendo da tempo conosciuto come parte attiva e impegnata nella salvaguardia del complesso monumentale, nessuna comunicazione è arrivata al Coordinamento “Uniti per la Cervelletta” dal competente Municipio IV, né tantomeno dal Comune di Roma (dipartimento Ambiente) che ha commissionato a una ditta di Latina “l’ingabbiamento” totale della struttura e di gran parte della circostante area verde.
Di più: della recinzione non è stata neppure informata RomaNatura, l’Ente regionale che gestisce la Riserva Naturale della Valle dell’Aniene (di cui è parte l’area della Cervelletta).
Il fine della recinzione, per quanto riferito a livello municipale, è “l'interdizione dell'area circostante per i famosi dieci metri di distanza per tutto il perimetro” cosa che infatti era prevista nel sopralluogo al casale “esaminato a vista e sommariamente” nel già lontano 16 novembre del 2017. Ma c’è poi qualcosa che ha dell’incredibile: la recinzione sarebbe stata realizzata senza il benché minimo riferimento al citato sopralluogo del 2017. Sul Casale della Cervelletta sarebbe dovuta intervenire “Roma Capitale“ nella sua interezza convocando “… attorno a un Tavolo tutti i soggetti affinché venga chiarito che tutti, pro quota, hanno un po' dello sforzo necessario a dare risposta concreta ai cittadini
Con queste parole si era correttamente espresso , ispirato ad una sana razionalità organizzativa, il Vicedirettore Generale Area Tematica Servizi al Territorio, Ing. Roberto Botta in una commissione convocata alla Cervelletta (22 maggio c.a.); appunto! Esattamente il contrario: qui la mano destra sembra di un corpo diverso da quello della mano sinistra.

Grazie alla azione del Coordinamento Uniti per la Cervelletta e alla attenzione della VI commissione e della sua Presidente arch. Guadagno, nel marzo 2019 erano stati recuperati fondi vincolati dal 2014 e relativi a un progetto (definitivo) di messa in sicurezza. La Presidente della Commissione Cultura assunse l’impegno di inserire quei fondi in assestamento di bilancio (luglio 2019) per renderli, finalmente, utilizzabili: impegno onorato. Si era fiduciosi tanto da promuovere alla ripresa autunnale un incontro perché la torre e il casale alla fine si potevano finalmente salvare dal progressivo degrado e da possibili crolli. I rappresentanti del Comune, del IV Municipio, il Presidente di RomaNatura, docenti di architettura Roma 3, parteciparono ad una vera festa con dolci, torte e champagne: a ripensarci, alla luce delle recenti notizie, viene su l’acido.
Infatti e sempre nel periodo natalizio quello stanziamento (213.000 euro) e tutti gli impegni assunti erano svaniti: chi ne aveva la responsabilità e il dovere (Dipartimento Ambiente di Roma Capitale) non aveva impegnato la somma. La messa in sicurezza della Torre, una operazione che i Vigili del fuoco fanno in 48 ore, dopo cinque mesi dal resuscitato stanziamento, ritornava ad essere un sogno; il pericolo di un crollo della torre, previsto entro due anni da autorevoli docenti nel 2018, con questi cosiddetti “amministratori” si trasformava in una quasi certezza.

Torre e casale senza possibilità di intervento per la messa in sicurezza; una recinzione illogica, sovradimensionata e inutile che limita il godimento del parco, impedisce la programmazione estiva del “Cinema America”, induce nell’immaginario collettivo l’idea di una struttura a perdere.

Un senso di rivolta ha percorso i cittadini di Colli Aniene, di Tor Cervara, la Rustica, Tor Sapienza: l’orientamento diffuso era che “una amministrazione incapace, che non svolge i propri compiti e abbandona i territori è una amministrazione da dichiarare illegale; merita, nei suoi responsabili politici e amministrativi, una denuncia”; ma altre e più radicali idee hanno percorso i comitati e la cittadinanza.
Si è scelto di non partecipare alle già convocate Commissioni Capitoline (Cultura e ambiente) contestando così il ruolo delle istituzioni e contemporaneamente ipotizzando altre iniziative. Nel mentre sono arrivati alcuni segnali: positivi ma ancora molto deboli e che andranno verificati.
Non dismettiamo la nostra battaglia perché quella interdizione e la recinzione siano assolutamente ripensate; perché i vincoli storici, culturali e ambientali trovino nel restauro il giusto riscontro.
“Uniti per la Cervelletta”, i cittadini della Tiburtina e di Tor Sapienza continueranno a rappresentare come la storia, la cultura e la ricchezza dei territori viene sperperata. Con la consapevolezza che i politici passano, i cittadini rimangono (e hanno buona memoria).

Articoli letti: 3000182

Il libro Fuga oltre le Colonne d'Ercole di Antonio Barcella, acquistabile anche con la “carta del docente” o con il “bonus cultura”, può essere ordinato sui seguenti circuiti on line ed è prenotabile nelle principali librerie:

se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org