Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

In pericolo la stagione estiva del Cinema alla Cervelletta

9 giugno 2020 - Quando sembrava imminente la riapertura del Cinema in Piazza alla Cervelletta e nelle altre sedi romane, ecco il granello di sabbia che rischia di far inceppare il meccanismo della collaudata macchina dei Ragazzi del Cinema America. Mentre si procede con la messa in sicurezza dell’area, rimuovendo gli alberi caduti, illuminando l’area ginnica attrezzata, sfalciando l’erba ai lati della passerella per poi procedere nell’anfiteatro naturale dove si proiettano i film, ecco che arriva la notizia inaspettata: ''Distributori ci negano film, pronti ad annullare tutta la stagione estiva dal Nord al Sud Italia''.
Per capire meglio la situazione lasciamo spazio al comunicato emesso esprimendo tutta la nostra solidarietà ai Ragazzi del Cinema America e a tutte le altre associazioni che rischiano di annullare la loro programmazione estive.

Il Piccolo Cinema America di Roma, il Laboratorio di Quartiere Giambellino Lorenteggio – Scendi c’è il Cinema di Milano, Il FurgonCinema delle aree terremotate del Centro Italia e La Guarimba della Calabria denunciano pubblicamente che le più importanti case di distribuzione italiane, tra cui 01 di proprietà RAI, stanno effettuando un “blocco” sul mercato al fine di costringere gli organizzatori a rendere i loro eventi a pagamento per i cittadini.

L’Anica, associazione di categoria di distributori e produttori cinematografici, presieduta dall'ex sindaco di Roma ed ex Ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli - dichiara Valerio Carocci del Piccolo Cinema America di Roma - da più di due anni dà indicazioni scritte ai distributori italiani e alle agenzie estere di non concedere film per proiezioni a ingresso gratuito sul territorio italiano, nonostante queste riguardino esclusivamente titoli che hanno già concluso il loro periodo di sfruttamento commerciale in sala e già presenti in chiaro in TV, PayTv, Streaming e DVD.

I nostri eventi –
continua Carocci - sono gratuiti per chi ne fruisce, ma non per l’industria cinematografica, alla quale abbiamo sempre pagato le concessioni a proiettare. Di fatto, noi – con i nostri partner e sponsor – offriamo il biglietto al pubblico, ma quel biglietto viene pagato all’industria cinematografica. Quest’anno con le altre realtà abbiamo richiesto 263 film differenti, ottenendo 235 risposte negative”.

Non proiettando opere presenti in sale e arene a pagamento – prosegue Lorenzo Montesi Pettinelli del FurgonCinema, che porta i film nelle aree terremotate del sisma - non è possibile accettare l’idea che la fruizione gratuita sia concorrenziale con quella a pagamento, per non parlare dei contesti dove il cinema non arriva più”. “Rivendichiamo il nostro lavoro, portato avanti spesso a titolo volontario, come un servizio pubblico che rende possibile l’accesso alla cultura a ogni cittadino, di ogni ceto sociale in qualunque territorio – continua Fabrizia Parini del Laboratorio di Quartiere Giambellino Lorenteggio di Milano - proiettando quei film, nel nostro piccolo, siamo convinti di dare nuovo valore di mercato a opere datate o indipendenti, le riportiamo sul grande schermo e contribuiamo a creare un’educazione cinematografica”. “Detto in altre parole – aggiunge Giulio Vita de “La Guarimba” di Amantea in Calabria - contribuiamo anche agli interessi di quelle lobby che oggi ci fanno la guerra, ma che non hanno (o non vogliono avere) la lungimiranza di capire che non siamo noi il problema dello svuotamento delle sale cinematografiche. Anzi, con noi il pubblico riscopre la bellezza della visione collettiva del cinema sul grande schermo, esce di casa, vive e apprezza la differenza rispetto allo streaming”.

L’industria cinematografica più che osteggiarci dovrebbe sostenerci – dichiarano gli organizzatori assieme - siamo per lei, a costo zero, la sua più grande campagna promozionale. Se ogni restrizione circa l’autorizzazione di opere audiovisive in tutti gli eventi gratuiti d’Italia non verrà immediatamente ritirata – concludono - dichiariamo da subito di essere costretti ad annullare le nostre manifestazioni”.

I firmatari:
Piccolo Cinema America di Roma, Valerio Giuseppe Carocci
Laboratorio di Quartiere Giambellino Lorenteggio, Scendi c’è il Cinema di Milano, Fabrizia Parini
FurgonCinema delle aree terremotate del Centro Italia, Lorenzo Montesi Pettinelli
La Guarimba della Calabria, Giulio Vita"

Articoli letti: 3003278

Il libro Fuga oltre le Colonne d'Ercole di Antonio Barcella, acquistabile anche con la “carta del docente” o con il “bonus cultura”, può essere ordinato sui seguenti circuiti on line ed è prenotabile nelle principali librerie:

se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org