Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Centri Sociali Anziani – La riapertura appare un problema insormontabile

23 settembre 2020 - Il primo di luglio scorso la sindaca di Roma Virginia Raggi annunciava la graduale e controllata riapertura dei Centri Sociali Anziani di Roma nel rispetto delle indicazioni contenute nell’ordinanza regionale e solo nei casi in cui fossero stati effettuati i necessari interventi di prevenzione sanitaria. Proseguiva poi dicendo che i centri sarebbero restati chiusi in tutti i casi in cui non fosse possibile garantire le idonee misure di contenimento del contagio. Evidentemente per la gran parte di detti centri la riapertura alla frequentazione appare un problema insormontabile. Ad esempio il Centro Sociale Anziani di Colli Aniene, a tutt’oggi, risulta ancora chiuso e la richiesta da parte del Comitato di Gestione per un sopralluogo, indirizzata al Municipio per le verifiche di sicurezza, non ha ricevuto risposta.
Proviamo a capire bene che cosa sta accadendo e le motivazioni dei ritardi. Le regole dettate dai decreti governativi su indicazione del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) per il rispetto delle norme sanitarie valgono sia per il privato (esercizi commerciali, stabilimenti balneari, etc) che per il pubblico (scuole, municipi, centri sociali, etc). Nel caso del privato, un imprenditore applica il protocollo assumendo costi e rischi e valutando i ritorni economici. Nell’altro caso, il pubblico, deve applicare rigidamente il protocollo, assumendone i costi ma senza avere alcun tipo di ritorni. Questo implica che i tempi per riaprire un determinato servizio si allungano a dismisura per mancanza di risorse. E non si può chiedere ai volontari del Centro o al Comitato di Gestione di sostituirsi nelle responsabilità che sono esclusiva competenza del proprietario (comune/municipio). È importante inoltre sottolineare come, nel caso della chiusura dei Centri Anziani, debba essere valutato l’impatto sociale sui soggetti più fragili della nostra società ossia le persone più a rischio di contrarre il virus ma sono anche quelle che soffrono di più l’isolamento imposto.
Per questo, occorre puntare ad una riapertura anche solo parziale di questi importanti centri di aggregazione, garantendo il distanziamento sociale e bloccando le attività più a rischio come il ballo, la ginnastica e le carte, ma permettendo di frequentare le attività culturali e i corsi che le accompagnano. Non dimentichiamo che in questi locali si svolgevano corsi di musica (fisarmonica, organetto, percussioni, chitarra e piano), corsi di Storia dell'arte, educazione civica, letteratura, poesia, scrittura creativa, filosofia, laboratori di teatro e di artigianato artistico di maglia, uncinetto e non solo. Corsi che sono proseguiti on-line durante il lock down per la pandemia fino ad arrivare alla pubblicazione del libro i Racconti della Pandemia scritto da vari autori, tutti soci del centro.
Proprio il Centro Sociale di Colli Aniene inizia ad essere in fermento e i frequentatori minacciano di portare la protesta in strada organizzando corsi all’aperto.
Io da parte mia lancio una provocazione: visto che questo centro è inserito all’interno dei locali della succursale del Liceo Croce Aleramo (ex Salvemini), dove la carenza di spazi sta lasciando a casa oltre la metà degli studenti per le cosiddette “lezioni a distanza differite”, perché non lasciare temporaneamente questi spazi alla scuola per restituirli quando la situazione tornerà normalizzata? Quantomeno si risolverebbe un problema.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 1002225    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org