Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Inaugurazione dell’anno accademico 2020/2021 dell’Università Popolare Michele Testa

2 ottobre 2020 - Ieri, presso la sala Falconi a Colli Aniene, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2020/2021 dell’Università Popolare Michele Testa (UPMT) alla presenza del rettore prof. Giorgio Sirilli e del co-fondatore dell’istituto prof. Nicola Marcucci. Pur con le limitazioni sanitarie che impongono un pubblico ristretto erano presenti in sala allievi e docenti dell’università popolare. Il rettore ha dato il via ai nuovi corsi di formazione e ai seminari che seguiranno sottolineando l’importanza di fare cultura ad ogni età e di essere sempre “cittadini attivi” seguendo e partecipando alle iniziative del proprio territorio. È stato poi sottolineato come il virus non abbia bloccato i corsi dell’UPMT che nel periodo di lockdown e nei mesi successivi sono proseguiti on-line. Al tempo stesso è emersa l’importanza dal punto di vista sociale di tenere alcuni corsi in aula per favorire il confronto e il dialogo tra i partecipanti.
Il prof. Nicola Marcucci ha comunicato che i primi tre corsi che partiranno saranno: I martedì letterari, il Seminario di Filosofia e Storia dell’Arte. Sarà data comunicazione di orari e giorni delle lezioni dopo la verifica della disponibilità della Sala Falconi. Il rettore ha ringraziato Maurizio Puggioni e l'AIC per la disponibilità dei locali e l'accoglienza.

Le università popolari sono istituti che si diffusero a partire dall'Ottocento in tutta l'Europa. I principi ispiratori di tali enti, in tutto il continente, furono quelli di fare avvicinare alla cultura tutti i ceti sociali, specialmente quelli più emarginati (donde appunto il termine popolare che spesso figura nelle denominazioni di tali enti). In questa azione sociale operarono soprattutto membri del movimento socialista e i sindacalisti, ma in seguito questi principi furono affermati da tutti gli spiriti democratici e liberali. Le università popolari, in Italia, sono generalmente associazioni private, che possono (eventualmente) interagire con le Università di Stato per il rilascio di crediti formativi (CFU). Nelle università popolari è possibile studiare un'ampia gamma di materie, dal latino alla psicologia, dall'inglese al disegno. Esse sono rivolte prevalentemente alla popolazione adulta. In Italia la più grande università popolare è l'Università Popolare di Roma (UPTER): nata nel 1987, ha raggiunto i 30.000 iscritti nel 2006. Oltre ai corsi, organizza viaggi, visite culturali, concerti e altre attività culturali e sportive che promuovono socialità e formazione. (fonte wikipedia)

Chi era Michele Testa - È stato un antifascista italiano, fondatore della borgata Tor Sapienza a Roma. Consegue il diploma di geometra a Napoli, divenendo, in seguito, perito agrimensore. Dopo essere entrato in contatto con i Circoli Socialisti, ritorna a Cercemaggiore, dove entra in politica e si scontra con il sistema locale ed i soprusi attuati a danno delle classi più povere, portando dapprima allo scioglimento del consiglio comunale e poi alla destituzione del Regio Commissario.
Il 6 novembre 1897 viene eletto consigliere, ma continuerà per poco le sue battaglie, essendo ormai additato come "bollente, ricorrente, eversivo e ribelle".
Agli inizi del Novecento entra come capostazione nelle Ferrovie dello Stato e si trasferisce a Roma nel casello di Tor Cervara. Qui con un mutuo di 800 mila lire realizza le prime 25 case della "Cooperativa Tor Sapienza per l'edilizia popolare rurale" inaugurando, il giorno 20 maggio 1923, la borgata di Tor Sapienza, con una scuola, una farmacia ed una condotta medica.
Confinato a Padula nel 1929, collabora a più riviste antifasciste. Fu perseguitato, picchiato ed incarcerato più volte per essersi battuto con la parola contro il regime fascista e, infine, fu processato nel 1935 presso il Tribunale Speciale che lo condannò a sei mesi di confino.
Scrisse innumerevoli opere letterarie, in poesia ed in prosa, tra cui un Diario, che riveste un'assoluta importanza per conoscere il periodo fascista, anche attraverso le pubblicazioni internazionali dell'epoca.
Il Diario venne iniziato nel 1922 nella speranza di potere raccontare un giorno ai figli la fine del regime, non solo le sue mille contraddizioni quotidiane che tendevano ad abbrutire l'identità e il valore delle persone, riuscendo effettivamente a soddisfare il suo intento. (fonte wikipedia)

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3003170    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org