Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Lettore: “Mai un vigile a Colli Aniene!”

15 febbraio 2021 - La maggiore presenza di controllo del territorio da parte della polizia locale a Colli Aniene è un argomento che ha sempre diviso i residenti. Ma tra l’assoluto abbandono del quartiere e un controllo asfissiante dello stesso esiste, forse, una via di mezzo: il poliziotto di quartiere. Il servizio fu predisposto per la prima volta in Italia a partire dal 2003, ma già nel 2010 si registrava un sostanziale abbandono del progetto. La vicinanza di prossimità ai residenti di un quartiere è il carattere più evidente di questo modello, che tende a garantire al cittadino adeguate forme di comunicazione e collaborazione creando i presupposti per una tranquillità sociale e una maggiore percezione della sicurezza. Non ci occorre il vigile con il libretto delle contravvenzioni in mano ma il punto di riferimento per risolvere i problemi del territorio (dalle buche stradali alle barriere architettoniche, dalla segnaletica obsoleta alle alberature che costituiscono un pericolo, etc.)

Un argomento che certo non si può dibattere in poche parole ma al quale vogliamo aggiungere il pensiero di un nostro lettore:
Tutto preso dal suo cellulare, gironzolava non dentro l'area cani, ma intorno all'area cani, col suo di cane, un bulldog bianco, senza guinzaglio e senza museruola. Mi ha abbaiato contro, l'animale (il cane, non il padrone), mi sono allontanato in fretta, con un po' di timore, mentre l'intelligentissimo (il padrone, non il cane) continuava tranquillo a smanettare sul cellulare. Se qualche volta, non dico tutti i giorni, ma anche un giorno qualsiasi della settimana, un giorno solo, anche un'ora sola, si vedesse un vigile urbano nel quartiere di Colli Aniene, a Roma, forse ci sarebbe in giro qualche mentecatto in meno, ci sarebbe qualche furto in meno, qualche scippo in meno, e forse, chissà, il vigile potrebbe anche accorgersi che molte strade del quartiere sono impraticabili, a causa dell'asfalto dissestato, delle buche e delle voragini. E se camminasse sui marciapiedi, forse si accorgerebbe che anche questi sono impraticabili a causa della pavimentazione sconquassata e delle erbacce. A proposito di erbacce, le chiamano così, in senso dispregiativo, ma spesso sono belle, allegre. Persino oleandri spontanei riescono a crescere e a fiorire sui bordi dei marciapiedi. Belli, ma non è il loro posto. Renato P.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 1008941    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scadenza 30 giugno 2021

8° edizione (2021)... scarica il Regolamento

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org