Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Intervista alla candidata Presidente del IV Municipio Roberta Della Casa

27 settembre 2021 - Domenica 3 e lunedì 4 ottobre si svolgeranno le consultazioni elettorali per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Roma (scheda colore azzurro) e dei Presidenti e dei Consigli dei Municipi (scheda colore grigio). Come abbiamo già dichiarato, per assicurare il diritto di informazione e conoscere i programmi dei partiti a livello locale, daremo a tutti i candidati che si presenteranno per la presidenza del IV Municipio le stesse opportunità. Abbiamo invitato tutti i candidati a rispondere alle nostre domande lasciando ai lettori la possibilità di valutare la concretezza degli impegni presi.
Oggi ha risposto ai nostri quesiti la Dr.ssa Roberta Della Casa, attuale delegata del Sindaco di Roma per il IV Municipio, che si presenta per il Movimento Cinquestelle. Ha amministrato nell’ultima consiliatura un territorio di 50 Kmq con una popolazione di circa 180 mila cittadini residenti sito nell'area est della città. Tra i principali risultati conseguiti va segnalato l'incremento delle risorse finanziarie di parte corrente del 40% in cinque anni ed oltre 30 milioni di euro spesi in investimenti per la manutenzione straordinaria di scuole, strade, mercati rionali ed aree verdi. Importanti obiettivi raggiunti nelle politiche sociali con lo scorrimento delle liste d'attesa nei servizi essenziali, apertura di un centro per la famiglia e di un centro anti violenza, incremento degli affidi familiari, progetti di avviamento all'attività lavorativa.

1. Come giudica la seguente affermazione fatta da uno dei candidati a Sindaco della Capitale: “I fondi per risolvere i problemi delle scuole ci sono ma non vengono spesi a causa della mancanza di preparazione dei progetti da parte degli uffici tecnici o per l’eccessiva complessità della macchina burocratica?”
La semplificazione ammnistrativa deve necessariamente entrare quanto prima nell'agenda del legislatore, tuttavia concordo nel dire che i fondi per la scuola ci sono e che è doverosa una puntuale programmazione da parte dell'ente locale.
La mia Giunta ha stanziato e speso molto di più delle precedenti, basti pensare che nell'epoca Alemanno il municipio ha stanziato non oltre 600 mila Euro annui per le manutenzioni ordinarie, Marino non arrivò a 300 mila, mentre io non sono mai andata sotto il 1 milione e mezzo. Per le ristrutturazioni o manutenzioni straordinarie troviamo nel passato investimenti prossimi allo zero, mentre io ho speso circa 10 milioni. Ad oggi contiamo numerosi plessi riaperti e adeguati alle norme e 10 palestre recuperate. E' necessario proseguire in questa direzione e ho intenzione di farlo perché è dalle nuove generazioni che si costruisce la società del futuro!

2. La manutenzione delle strade in periferia è praticamente inesistente complicata per di più da un sistema che porta i manutentori a mettere una pezza alle buche più piccole tralasciando quelle più grandi oppure operando in maniera frettolosa e non professionale (ultimamente abbiamo fotografato una buca in cui la toppa risultava quattro/cinque centimetri sotto il livello della superficie stradale). Non crede che sarebbe proficuo istituire dei controlli capillari o modificare le regole contrattuali inserendo le cosiddette “penali” per chi non rispetta i capitolati di appalto?
In questi anni abbiamo intensificato i controlli anche con l'ausilio di nuove tecnologie ed applicato penali anche ai soggetti privati (società di sottoservizi) spesso inadempienti rispetto ai contratti. Tuttavia la manutenzione sulle strade di Roma risulta carente da tantissimi anni ed è necessaria una pianificazione puntuale ed importanti investimenti, che sono da me già stati disposti nel programma triennale di recente approvazione.
Anche qui, circa gli interventi ordinari sui 540 Km di strade municipali siamo passati da una spesa annua di 1700.000 Euro sotto l'amministrazione Alemanno, 1.000.000 scarso speso da Marino, contro i quasi 2.600.000 Euro della mia Giunta con il mandato Raggi ai quali si sommano ulteriori 10.000.000 di rifacimenti completi con scavi oltre i 15 cm di profondità. Nel prossimo mandato tutta la viabilità locale sarà completamente adeguata.

3. A Colli Aniene, dopo ben 13 anni, siamo tornati indietro con il sistema di raccolta dei rifiuti (dal Porta a Porta ai maxi contenitori stradali). Una scelta che va contro qualsiasi logica e che va soprattutto contro l’ambiente. Grazie a questo, è tornato il rovistaggio dove era sparito, è tornato il pendolarismo dei rifiuti, è stato reso più facile lo smaltimento abusivo di calcinacci e materiale RAE che dovrebbero essere portati in discarica, abbiamo strade più sporche e paghiamo una TARI tra le più alte d’Italia e d’Europa. Senza dimenticare che tutti i quartieri sono o sono stati in sofferenza per i disservizi della raccolta rifiuti e che la “percentuale di differenziazione del rifiuto” a Roma è il simbolo di un fallimento di una politica che non può certo definirsi ambientalista. Quali sono i progetti e le idee che intende portare in campo per invertire questo trend negativo e riportare Roma a livelli decenti del servizio di raccolta dei rifiuti?
Il ritorno alla raccolta stradale a Colli Aniene è dovuta ai ripetuti richiami della ASL competente, nonché all'intervento delle sigle sindacali per quanto concerne la tutela dei lavoratori AMA. Tali questioni hanno avuto inizio subito dopo l'istituzione del porta a porta considerata l'inadeguatezza dei locali condominiali rispetto alle norme igieniche e antincendio. Il piano aziendale di AMA parla già di nuovi impianti di proprietà, assunzioni e nuovi mezzi per migliorare la gestione dell'intero ciclo dei rifiuti, alla luce della recente sistemazione dei bilanci. Penso che per la gestione domestica nei quartieri densamente urbanizzati sia necessaria la realizzazione di isole ecologiche e domus con chiave elettronica dedicate ai singoli condomini.

4. La manutenzione del verde dei quartieri è quasi completamente in carico ai cittadini. Per di più i cittadini non hanno neppure il diritto di detrarre dalle tasse quanto spendono per avere un ambiente decente operando al posto del Comune di Roma. Che impegni intende prendere per aiutare i cittadini e le associazioni a non abbandonare la cura del verde pubblico? Ricordiamo che a causa della crisi sanitaria ed economica nessuno vuole più versare quote per un servizio di competenza del Comune e questo potrebbe portare nuovo degrado nelle periferie.
La collaborazione con le realtà civiche va potenziata e strutturata in modo da supportare economicamente chi agisce in autonomia ma è necessario, e peraltro già avviato, un percorso di assunzioni nel servizio giardini con investimenti anche sui mezzi. Gli appalti devono avere durata pluriennale e adeguati finanziamenti come il recente accordo quadro aggiudicato da Roma Capitale complessivamente di 100 milioni di Euro su 3 anni. In passato tali servizi erano gestiti da cooperative risaltate alle cronache e in questi 5 anni molte gare sono andate deserte; scardinare un sistema crea dei disagi ma da qui si parte per una ricostruzione a norma di legge.

5. Il Casale della Cervelletta è ancora chiuso ed occorrono molti fondi per riaprirlo; da tre anni il parco di piazzale Loriedo è stato sottratto alla comunità a causa di una rigidità politica che non ha precedenti e, nonostante la parziale riapertura del parco, è ancora ben lontano dalla bellezza che lo aveva portato ad essere un punto di aggregazione del quartiere. Due ex simboli del territorio sui quali i cittadini hanno più volte espresso il proprio disappunto. Che impegni intende prendere a riguardo?
E' assolutamente da riaprire questi luoghi ai cittadini ma nel rispetto delle norme per cui non ho intenzione di fare sconti a nessuno: la legge è uguale per tutti!
Una prima fase di messa in sicurezza è già stata ultimata sul Casale della Cervelletta e sul parco di Piazza Loriedo. In quest'ultimo caso è stato anche pubblicato un bando per una nuova assegnazione, purtroppo bloccata da un ricorso. La partecipazione pubblico/privato è una risorsa a cui puntare ma senza clientelismo né speculazione come in passato.

6. La scarsa sicurezza nei quartieri è un tema sempre più ricorrente. Microcriminalità, piromani, spacciatori e vandalismo agiscono per lo più indisturbati. Come si restituisce la fiducia degli abitanti della periferia romana verso le istituzioni preposte alla tutela della sicurezza dei territori?
Illuminazione pubblica dove manca, videosorveglianza in luoghi sensibili e soprattutto potenziamento della vita attiva dei territori. Una comunità presente, una cultura diffusa ed il rilancio economico della città e soprattutto delle periferie è l'arma vincente contro degrado urbano e sociale che causa maggiore incidenza della criminalità ed il percorso è già stato intrapreso con numerose iniziative, investimenti con ACEA per l'illuminazione e tanti interventi di riqualificazione degli spazi pubblici.

7. Che cosa intende fare di “concreto” e di “speciale” per il IV Municipio, che si possa misurare, nel primo anno del suo mandato?
Continuare a intervenire sulle scuole e su progetti mirati al contrasto della dispersione scolastica; contrasto all'abusivismo commerciale e sostegno alle piccole imprese del territorio; creazione di aree sportive nei giardini e parchi pubblici. I cittadini saranno i protagonisti del mio prossimo mandato.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3001133    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scaduto 30 giugno 2021

8° edizione (2021)... scarica il Regolamento

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org