Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Non abbiamo un pianeta di riserva – Le responsabilità per la situazione climatica sono di tutti

4 luglio 2022 - Oggi il mio oroscopo recitava: “Marte è il tuo pianeta…”. Purtroppo non è vero… non abbiamo una alternativa alla Terra. Qui siamo nati e qui c’è il nostro futuro con cui dobbiamo fare i conti. E questi conti, dal punto di vista climatico, non tornano! Dobbiamo ringraziare la miopia politica di chi ha governato il mondo e le nazioni negli ultimi decenni se ci ritroviamo con una situazione ambientale estremamente critica ormai immessa sulla via del non ritorno. Aumento delle temperature, siccità di fiumi e laghi, ghiacciai che stanno scomparendo, riscaldamento del mare in continuo innalzamento, fenomeni meteo estremi, segnano un percorso pericoloso verso il baratro. Ma la domanda da porsi oggi è: “Si può fare ancora qualcosa per invertire la rotta?”. Più tempo passa senza fare nulla e più la risposta al quesito non è certamente positiva. Le responsabilità per quello che sta accadendo ci sono e sono chiare, prima fra tutte è quella di rimandare qualsiasi decisione pensando che il pianeta sia a risorse infinite (una vita da cicale). Rinviare al futuro qualsiasi provvedimento in tema di ambiente è la scelta più semplice ed economicamente la meno dispendiosa ma, di certo, non è la più giusta. Chi non fa nulla non sbaglia mai e non spende i soldi del contribuente. Quando poi la scelta di fermare l’immobilismo non riguarda un unico stato diventa ancora tutto più complicato perché lo sport più praticato in politica è lo “scaricabarile”. E allora si continua a peggiorare la situazione. A chi importa se si continuano a tagliare gli alberi dal più grande polmone verde della terra nella foresta amazzonica? A chi interessa se i ghiacci polari si stanno irrimediabilmente sciogliendo? Chi è disposto a rinunciare alle emissioni puzzolenti degli idrocarburi delle nostre automobili e delle nostre caldaie? Si pensa di più ad investire sulla guerra di turno che a dirottare il denaro dei contribuenti sulle tutele climatiche ed ambientali. Si preferisce ignorare il fosco futuro che ci attende, fatto di carestie e migrazioni, che usare il cervello per arginare il problema. Uno scenario troppo pessimista? Forse, sì! Ma dobbiamo evitare che l’uomo diventi il distruttore della propria specie vivente, colpendo indiscriminatamente il proprio habitat, a causa dell’egoismo e all’incapacità di governare l’immenso tesoro che abbiamo ereditato dai nostri padri.

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3000630    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

Università Popolare Michele Testa

Un concorso culturale gratuito riservato ai giovani dai 14 ai 30 anni

Leggi/scarica il regolamento completo

Scadenza 31 luglio 2022

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org