Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Università Popolare Michele Testa – Inaugurato il nuovo anno accademico con la Lectio Magistralis della rettrice Rossella Calzetta

30 settembre 2022 - Ieri, nella sala Falconi di Colli Aniene, è stato inaugurato il nuovo anno accademico dell’Università Popolare Michele Testa”. Dopo il saluto ai presenti da parte del Presidente Domenico Coratella, la rettrice Rossella Calzetta ha esposto la Lectio Magistralis che per tradizione apre l’inizio dei corsi. Vi riportiamo integralmente quanto esposto dalla rettrice.
«Un benvenuto a tutti voi, ai docenti affezionati e ai docenti “nuovi” e a tutti i nostri soci.
Sono stata nominata rettrice a meta’ corso dello scorso anno e questo è, dunque, il primo anno accademico UPMT che mi trovo ad organizzare e ad inaugurare. Inutile nascondere che sono emozionata, questo mandato rappresenta, per me un impegno che è motivo di orgoglio ma anche di forte responsabilità rispetto alla nostra comunità accademica.
Il tratto che accomuna i curriculum di tutti i docenti incaricati non è solo l'eccellenza del profilo, la specializzazione nei diversi campi del sapere, oppure il rilievo dei ruoli istituzionali ricoperti negli anni, ma la testimonianza di un impegno costante verso la cultura condivisa.
Durante o alla fine delle rispettive carriere professionali, i nostri docenti hanno saputo coniugare l’attività di ricerca, l’impegno didattico e l’attività gestionale e organizzativa, accomunati da uno spirito di servizio verso questo progetto.

Un pensiero particolare va ai soci iscritti, ai precedenti Rettori Giorgio Sirilli e Antonio Barcella, al nostro Presidente Domenico Coratella, alla nostra instancabile segretaria Marialuisa Di Loreto, alla docente Maddalena Smaldore che ci ha sostenuto durante i primi anni e che continua a seguirci da Monza, che allo stesso modo, si sono spesi, si spendono, per l’attività dell’associazione e dell’università.
L’UPMT ha avuto una crescita straordinaria durante la pandemia da coronavirus e tale generosità è rimasta invariata fino ad oggi in cui fortunatamente siamo riusciti a tornare ad abbracciare le nostre attività quotidiane in modo sereno e consueto.
Un altro pensiero di gratitudine è rivolto ai più giovani che ci hanno affiancato, a volte, guidato.
Sono modelli di riferimento necessari per noi, tanto più straordinari oggi di fronte allo smarrimento e alle difficoltà con cui le giovani generazioni si rapportano al futuro. L’attenzione che l’UPMT ha deciso di prestare nei confronti dei giovani, con il BANDO” IL MONDO VISTO DA NOI”, è stata il filo conduttore dell’ultimo anno, nonostante le grandi difficoltà organizzative che la nostra piccola associazione ci pone, ma che ha deciso comunque di affrontare a causa di politiche nazionali che certo non hanno agevolato la formazione e la ricerca dell’espressività dell’individuo nel nostro Paese.
Come ho già scritto in diversi articoli, abbiamo a che fare con una classe politica miope che, nemmeno in tempi di crisi, investe nella formazione dei giovani, nella ricerca, nella cultura e nell’innovazione, che sono i veri motori di sviluppo di ogni individuo, della società nel suo complesso.

L'Università UPMT intende perseguire con convinzione alla diffusione della cultura partecipata, aprendosi ulteriormente alla comunità anche al di fuori del quartiere di Colli Aniene, di Tor Sapienza già così strettamente connessi all’associazione e al centro sociale e culturale: intende collaborare con le istituzioni, progettare insieme e ottimizzare le risorse per promuovere valide iniziative sul territorio. È quanto già stiamo facendo, insieme alle altre istituzioni scientifiche e culturali e comunali, in un percorso in rete di divulgazione scientifica e culturale e di ricostruzione storica.

L’Università UPMT è anche pronta a mettersi in gioco per intervenire su problemi relativi alla vita civile e sociale, cercando non solo di trovare risposte alle esigenze che ci vengono rappresentate, ma anche di avanzarne di nuove (in accordo con le altre istituzioni) da sottoporre alla cittadinanza.
Vorremmo tentare di fornire strumenti pragmatici e richiamare ogni cittadino, noi per primi, alle proprie responsabilità, in uno spirito di collaborazione e crescita, non di individualismo.

Saper comunicare la cultura, l’arte, intercettare i cambiamenti culturali, sociali ed economici; trovare il tempo per ragionare, riflettere, pensare e lavorare insieme ai nostri interlocutori, sono obiettivi che ci porteranno a migliorare anche al nostro interno. Nei più recenti studi di neurologia il progetto “Train the Brain” ha dimostrato che lo stimolare la mente, ancora meglio con l’apporto delle arti, la “narrazione” del sapere (come spesso fa il nostro professore più amato e mentore Nicola Marcucci), riesce a produrre linfa e creatività oltre che una benefica prevenzione corticale evitando il deterioramento cognitivo.
È una coltivazione ambiziosa e stimolante, soprattutto se rapportata al vasto panorama culturale così modificato dalle tecnologie digitali. Aspettiamo i frutti, ma in parte già li assaporiamo. Sono frutti che arricchiranno la nostra comunità di nuovi modi di pensare e di guardare, di nuovi e fecondi dubbi, di nuovi progetti condivisi.

La caratteristica che ci contraddistingue sta nella terminologia “popolare” che vuole intendere non solo il riuscire ad arrivare ad ogni persona, ma la volontà di garantire a tutte e a tutti lo studio, l’accessibilità dei luoghi, la disponibilità di spazi, di stanze virtuali online, nella concreta pratica quotidiana. Un ringraziamento in questo senso va all’ Associazione Italiana Case (AIC) e al direttore della sala Falcone Maurizio Poggioni per la loro generosa accoglienza .
Il nostro compito oggi è quello di perpetuare nel futuro il patrimonio che ci ha lasciato Michele Testa, non solo riguardo al prezioso materiale autobiografico a cui stanno lavorando Il professor Nicola Marcucci, Antonio Barcella e Rita Mattei, ma per il valore che lui ha dato alle persone e all’importanza di vivere in una sana comunità. Per farlo dobbiamo misurarci con le sfide che la modernità incalzante ci propone. E qui un ringraziamento particolare al docente Massimo Del Bianco. Senza di lui non saremmo riusciti a stare al passo con i tempi. Promessa: cercheremo di non lamentarci attribuendo all’esterno il motivo dei nostri limiti, perché’ a questo punto dipenderà da noi, da ognuno di noi. Dalla capacità di essere coscienti e responsabili e preparati e aggiornati. Non cercando le risposte fuori ma trovandole a partire da noi stessi.

In questo percorso, vogliamo anche continuare a caratterizzarci sempre più per l’attenzione particolare che rivolgiamo a chi è in condizioni svantaggiate. Abbiamo recentemente pensato a nuovi spazi per esempio spazi di supporto che potrebbero agevolare quegli studenti che per ragioni personali DSA hanno bisogno di un supporto riguarderanno gli studenti che attraversano una fase di difficoltà durante il loro percorso di studio, e ad un Servizio di Ascolto geriatrico per le persone che chiedono assistenza di fronte a disabilità gravi. Ci metteremo le nostre idee e il nostro impegno ma è chiaro che sarà necessaria una collaborazione sempre più fitta con enti e istituzioni del territorio e con ognuno di voi.
Nel modello di università popolare che abbiamo in mente, tutti contribuiscono ad un riuscito gioco di squadra, mettendosi a disposizione della comunità.

Ognuno con le proprie risorse, competenze, energie.... Grazie - Rossella Calzetta»

Antonio Barcella
www.collianiene.org
news@collianiene.org

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3025851    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

Università Popolare Michele Testa

Un concorso culturale gratuito riservato ai giovani dai 14 ai 30 anni

Leggi/scarica il regolamento completo

Scadenza: Prorogata al 30 Novembre 2022 - vedi locandina

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org