Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Zone 30 – Tanti i favorevoli alla tutela di pedoni e ciclisti e per una migliore vivibilità dei quartieri

21 gennaio 2023 - La strada è segnata! Basta con i morti e feriti sulle strade della capitale, occorre la tutela delle persone e degli amanti dei veicoli a due ruote. La città non è a disposizione degli automobilisti che credono che i viali di quartiere siano circuiti di formula 1 come Monza o Indianapolis. Milano ha già dato l’esempio: Zone 30 in tutta la città a partire dal 1° gennaio 2024. Andare piano riduce gli incidenti e le loro conseguenze. Roma ha scelto un approccio più graduale ma l’importante è iniziare: realizzazione di 69 isole ambientali e Zone 30 e un centinaio di strade scolastiche. Nella nostra città ci sono incroci stradali sulla viabilità secondaria che sono estramamente critici per la sicurezza stradale, sono i cosiddetti 'black point', ossia aree dove l'incidentalità stradale è particolarmente elevata. Colli Aniene, per via dei suoi larghi viali che inducono i veicoli ad una maggiore velocità, è uno di questi e per questo riteniamo che debba essere scelto per una sperimentazione. Del resto, gli ultimi gravi investimenti nel quartiere di pedoni sulle strisce pedonali, hanno fatto in modo che persone ed associazioni territoriali si trovassero d’accordo nel richiedere una migliore sicurezza stradale. Logicamente il Comune deve fare la sua parte, evitando che le gli attraversamenti pedonali siano praticamente invisibili in alcuni punti per la mancanza di manutenzione della segnaletica orizzontale (vedi viale Franceschini all’altezza di piazzale Loriedo dove le strisce pedonali non sono più visibili). Soprattutto non vogliamo la penalizzazione di quegli automobilisti che rispettano il codice della strada. Abbassando il limite di velocità nelle città da 50 a 30 km/h aumentano i vantaggi per tutti: sia sotto il profilo della sicurezza che per quanto riguarda la vivibilità delle strade.

Anche una importante associazione come Bike Italia è favorevole a questo progetto: « CITTÀ 30 KM/H: STRADE PIÙ SICURE E VIVIBILI, TUTTI I VANTAGGI
Tutti i vantaggi delle Città 30 km/h, illustrati nel dettaglio. Abbassando il limite di velocità nelle città da 50 a 30 km/h aumentano i vantaggi per tutti: sia sotto il profilo della sicurezza che per quanto riguarda la vivibilità delle strade.
Una serie di infografiche, diffuse in occasione dell’annuncio che Milano dal 1° gennaio 2024 introdurrà il limite di 30 km/h in tutta la città e realizzate da Strada per Tutti in collaborazione con Milano in Bicicletta: la spiegazione, punto per punto, dei vantaggi legati all’abbassamento della velocità in ambito urbano.

Città 30: meno incidenti, feriti e morti

Al primo punto c’è la sicurezza stradale: ogni anno in Italia ci sono più di 170.000 incidenti stradali dovuti principalmente alla distrazione e all’eccesso di velocità. Peraltro oltre il 73% degli incidenti avviene in città (fonte ISTAT): per questo abbassare il limite di velocità permette di ridurre il numero e soprattutto la gravità degli incidenti. Lo spazio di arresto di un’auto che va a 30 km/h è di 30 metri e in caso di impatto con un pedone quest’ultimo in 9 casi su 10 sopravvive; andando invece a 50 km/h lo spazio di arresto è più del doppio (63 metri) e un pedone colpito 9 casi su 10 non sopravvive.

Meno inquinamento, meno rumore

I dati del Rapporto Mobilitaria (Kyoto Club, Cnr, Isfort) ci dicono che il traffico urbano genera fino al 60% dell’inquinamento atmosferico: abbassare il limite di velocità in città rappresenta un disincentivo all’uso dell’auto e meno auto in circolazione equivalgono a minor inquinamento dell’aria. Questo vale anche per l’inquinamento acustico: abbassando la velocità massima a 30 km/h si abbassa anche il livello di rumore, vale a dire meno stress e più benessere.

Meno auto: città più inclusiva

Abbassando la velocità delle auto diventa più sicuro spostarsi a piedi o in bicicletta e le persone possono scegliere liberamente quale mezzo usare: inoltre il 60% degli spostamenti abituali non supera i 5 chilometri (fonte Isfort). La Città 30 ridisegna gli spazi e mette al centro le persone, specialmente quelle più vulnerabili: bambini, anziani e persone con disabilità. Con i 30 km/h la città diventa più inclusiva.

Spazi: più verde, più commercio

Con meno auto in circolazione è possibile riallocare lo spazio pubblico destinandolo al verde: un ottimo modo per contrastare le isole di calore e assorbire la CO2. D’altra parte liberare le strade dalle auto in sosta – parcheggiate per oltre il 90% del loro tempo di vita – consente di riconvertire lo spazio per il commercio di prossimità, facendo muovere l’economia locale.
Velocità costante: maggiore efficienza
Il limite di 30 km/h in ambito urbano – a eccezione delle arterie di scorrimento – elimina i picchi di velocità tra un semaforo e l’altro, fa risparmiare l’usura di freni e pneumatici e non allunga di molto i tempi di percorrenza. Chi si sposta in auto in una Città 30 lo fa in modo più efficiente.
»

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3015809    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

IX edizione del Concorso Letterario Caterina Martinelli - scadenza 30 giugno 2023 - scarica il regolamento

Università Popolare Michele Testa

Un concorso culturale gratuito riservato ai giovani dai 14 ai 30 anni

Leggi/scarica il regolamento completo

Scadenza: Prorogata al 31 marzo 2023 (nota 1 - nota 2 - vedi locandina )

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org