Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Incidentalità a Colli Aniene – 44 incidenti in 10 anni che hanno coinvolto pedoni

28 aprile 2023 - Tra gli impegni presi dalle Commissioni di Municipio e Comune del 18 aprile scorso c’era quello di avere i dati sulla incidentalità a Colli Aniene negli ultimi 10 anni (fino al 2020) che hanno visto coinvolti i pedoni. Dal report risulta che almeno 44 incidenti sono avvenuti sui larghi viali di Colli Aniene con il maggior grado di incidentalità su viale Togliatti e viale Sacco e Vanzetti. Un dettaglio importante ci dice che lungo gli assi di viale Palmiro Togliatti e viale Fernando Santi risulta che circa il 60% degli investimenti di pedoni sono avvenuti al di fuori degli attraversamenti pedonali; lungo gli altri assi stradali considerati, la maggior parte degli incidenti si concentra invece in corrispondenza degli attraversamenti. Tale dato dipende però dalla diversa frequenza degli attraversamenti pedonali effettivamente presenti su strada. Analizzando il rapporto tra numero di feriti e numero di incidenti, si rileva come nella quasi totalità dei casi la maggior lesività si abbia in corrispondenza degli attraversamenti pedonali.

Per quanto riguarda i singoli assi, le analisi puntuali hanno consentito di individuare le aree più critiche:

1. viale Palmiro Togliatti: è l’asse a maggiore incidentalità pedonale, con una media di 20 eventi all’anno, in tutto il periodo di analisi; i principali cluster di aggregazione sono in corrispondenza di via Galati, via Collatina, tutto il tratto Prenestina – Casilina con densità variabili e infine la zona tra via Chiovenda e via Tuscolana (anche qui con densità variabili) (l’analisi è fino al 2020 – nel 2023 si è verificato un investimento grave sulle strisce pedonali altezza incrocio via D’Onofrio)
2. viale Ettore Franceschini: sono stati registrati 8 casi tra il 2011 ed il 2019; solo nell’ultimo anno non sono stati registrati investimenti di pedoni sull’intera tratta stradale (l’analisi è fino al 2020 – nel 2023 si è verificato un investimento sulle strisce pedonali altezza Coop)
3. viale Battista Bardanzellu: sono stati registrati 4 casi tra il 2011 ed il 2015; nell’ultimo quinquennio non sono stati registrati investimenti di pedoni sull’intera tratta stradale
4. viale Fernando Santi: sono stati registrati 5 casi tra il 2013 ed il 2017; solo nell’ultimo triennio non sono stati registrati investimenti di pedoni sull’intera tratta stradale. Gli incidenti sono avvenuti per lo più nel tratto in curva (dove non sono presenti attraversamenti pedonali) e all’altezza del civico 66, su attraversamento pedonale posizionato e segnalato non a norma rispetto a quanto previsto da vigenti CdS e RV. In tali aree sono aumentati i sinistri nei perio di mancata cura del verde
5. viale Sacco e Vanzetti: sono stati registrati 14 casi tra il 2011 ed il 2020, con un’elevata frequenza rispetto ai tre assi precedentemente analizzati. La quasi totalità degli aventi si registra tra via Galati e via Scalarini, e all’altezza di via Bongiorno
6. via di Grotta di Gregna: sono stati registrati 6 casi tra il 2011 ed il 2019; le aree più critiche sono nell’intorno delle isole rotatorie di viale Fernando Santi e di viale Sacco e Vanzetti, a causa della distanza (circa 100 m) degli attraversamenti pedonali rispetto al centro delle isole; sono ben evidenti anche dalla vista satellitare i sentieri tracciati dai pedoni all’interno delle aiuole, sulle congiungenti di minor percorso tra aree di sosta e principali poli attrattori (parchi, negozi,…).

Da un’analisi di dettaglio per singolo asse si sottolinea quanto segue.

1. viale Palmiro Togliatti: su tale asse è attualmente in corso di progettazione il nuovo sistema tramviario, che comporterà la completa revisione delle discipline e dell’accessibilità pedonale, con riorganizzazione e ottimizzazione delle intersezioni. Nel breve periodo sono possibili misure di mitigazione dell’incidentalità, attraverso un’azione congiunta di dissuasione della sosta illegale in corrispondenza delle aree di intersezione e attraversamento, oltre che di adeguamento e revisione dell’impianto segnaletico per quanto attiene agli attraversamenti pedonali
2. viale Ettore Franceschini: la maggior parte degli investimenti avviene su attraversamenti pedonali, sui quali si rileva la presenza sistematica di sosta illegale, anche in corrispondenza delle intersezioni semaforizzate. E’ necessario porre in essere azioni di deterrenza dei comportamenti scorretti e fonte di pericolo per le utenze deboli, pianificando al tempo stesso interventi di progettazione e realizzazione di moli avanzati di attesa pedonale, in grado di garantire la piena visibilità reciproca pedone-veicolo
3. viale Battista Bardanzellu: Il tratto indicativamente tra il civico 71 e via Spataro, non presenta attraversamenti pedonali per circa 300-350m; è opportuno inserire attraversamenti a servizio delle fermate TPL presenti e delle principali rotte pedonali, con la realizzazione di moli avanzati di attesa pedonale, in grado di garantire la piena visibilità reciproca pedone-veicolo
4. viale Fernando Santi: è necessario mettere in sicurezza gli attraversamenti esistenti rispetto alle fermate TPL; segnalarli in modo corretto e installare presìdi che impediscano l’attraversamento in zone prive dei necessari standard di sicurezza.
5. viale Sacco e Vanzetti: è necessario realizzare interventi che evitino i comportamenti scorretti e fonte di pericolo per le utenze deboli, anche per la sistematica presenza di veicoli in sosta di intralcio, in prossimità delle aree di incrocio, degli attraversamenti pedonali e delle fermate TPL. E’ necessario prevedere la realizzazione di moli avanzati di attesa pedonale per garantire la piena visibilità reciproca pedone-veicolo, con corretto posizionamento rispetto alle fermate TPL esistenti
6. via di Grotta di Gregna: è necessario migliorare l’accessibilità pedonale, servendo i principali percorsi sicuri e provvedendo al tempo stesso a installare presìdi che impediscano l’attraversamento in punti dove non sono garantiti i necessari standard di sicurezza.

In generale, le azioni da porre in essere possono essere sintetizzate come segue:

a) manutenzione degli impianti segnaletici esistenti e delle aree circostanti gli stessi (pulizia della piattaforma stradale, pulizia sistemi di raccolta acque e cura del verde)
b) dissuasione della sosta illegale d’intralcio, in corrispondenza delle aree di incrocio e degli attraversamenti pedonali
c) manutenzione e messa norma degli attraversamenti pedonali esistenti ma posizionati, segnalati e/o realizzati non in conformità rispetto a quanto previsto dalla vigente normativa in materia
d) installazione o ripristino dei presìdi di sicurezza (elementi parapedonali) che impediscano l’attraversamento in punti non idonei
e) pianificazione, sugli assi di più datata concezione, di interventi finalizzati alla realizzazione di moli avanzati di attesa pedonale, in grado di garantire la piena visibilità reciproca pedone-veicolo; riprofilatura e ampliamento dei marciapiedi esistenti.

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Libreriauniversitaria.it
Mondadori Store
La Feltrinelli
Vertigo Bookshop
Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Articoli letti: 3002078    

clicca mi piace su Facebook

 

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

IX edizione del Concorso Letterario Caterina Martinelli - scadenza 30 giugno 2023 - scarica il regolamento

Università Popolare Michele Testa

Un concorso culturale gratuito riservato ai giovani dai 14 ai 30 anni

Regolamento (Bando) - Scheda Adesione - Associazioni in rete e sponsor

Scadenza: Prorogata al 31 marzo 2023

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org