Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Libri Concorso Letterario

Oggi è la Festa della Donna ma la parità di genere è ancora lontana

8 marzo 2024 - Oggi è la giornata internazionale dedicata alla donna ossia la ricorrenza di ogni anno che sottolinea l'importanza della lotta per i diritti delle donne, in particolare per la loro emancipazione, ricordando le conquiste sociali, economiche e politiche. Ascolteremo, come sempre le solite parole di circostanza per ricordare l’importanza che la donna riveste per l’uomo e per la società civile. Purtroppo, i fatti raccontano un'altra storia: stipendi inferiori nel lavoro (quasi il venti per cento in meno rispetto agli uomini), disoccupazione maggiore rispetto ai membri dell’altro sesso, facilità di licenziamento a causa della maternità, discriminazioni a tutti i livelli compreso l’apparato burocratico dello stato, violenza sessuale e fisica nei loro confronti da parte della furia bestiale di certi “uomini”. Tante promesse, tante esaltazioni della figura femminile, tanti doni e fiori ma domani avremo già dimenticato tutto. La considerazione e l’amore per la nostra compagna di sempre e per tutte le donne non si può limitare ad un solo giorno solo per mettere a posto la nostra coscienza. Occorre un salto culturale. Per prima cosa bisogna mettere fine ai femminicidi e alla violenza sulle donne attraverso leggi apposite e ad una maggiore socialità e solidarietà. Non sono più sopportabili 150 omicidi ogni anno. Significa che in Italia ogni due giorni (circa) viene uccisa una donna. E su questo la società civile deve riflettere e trovare i giusti rimedi per fare in modo che questa brutalità non avvenga più. Il femminicidio esprime la forma estrema della violenza di genere contro le donne, prodotto dalla violazione dei suoi diritti umani in ambito pubblico e privato attraverso maltrattamenti, violenza fisica, psicologica, sessuale, educativa, sul lavoro, economica. Il problema maggiore, a livello giuridico, è che il codice penale italiano non prevede un reato specifico per il femminicidio. L’uccisione di una donna diventa così un fatto generico anche se le pene possono essere più severe in caso di violenza sessuale o se è commesso da un parente, da un coniuge o un ex coniuge. Tanto resta da fare per le nostre donne ma almeno in questo giorno riflettiamo su quello che ognuno di noi può fare per migliorare la loro condizione. Quindi, vogliamo una "festa" per ricordare che la donna va rispettata sempre e non in un solo giorno dell’anno. Non sono indispensabili fiori e mimose; per la donna che sta al tuo fianco è sufficiente una carezza ... e il proposito di onorarla e renderla felice in ogni momento dell’anno, non solo l’8 di marzo.

Per non dimenticare - La Festa della Donna nasce per ricordare un fatto tragico anche se, poi, è stata trasformata in una festa consumistica come le altre. Molti di noi non sono neppure al corrente di quello che accadde nel lontano 1908, quando a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per diversi giorni finché, l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire dallo stabilimento. Scaturì un incendio, probabilmente doloso: più di cento operaie bloccate all'interno dello stabilimento morirono arse vive dalle fiamme. Da allora, l'8 marzo è diventato il simbolo della lotta internazionale a favore delle donne.

 

I LIBRI DI ANTONIO BARCELLA

Fuga oltre le Colonne d'Ercole

Amazon (15,10 €)

Il quinto Evangelista

Amazon (11,96 €)

Tre nel sessantotto

Amazon (11,44 €)

La collera del cielo

Amazon (11,44 €)

Là dove il fiume volge verso il mare

Amazon (9,36 €)

Racconti e leggende all’ombra della Torre della Cervelletta

Amazon (8,32 €)

Articoli letti: 3003680    

clicca mi piace su Facebook

   

Tutti i libri di Antonio Barcella sono acquistabili con la “carta del docente” o con il “bonus cultura

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

 

IN PRIMO PIANO

IX edizione del Concorso Letterario Caterina Martinelli

Book Crossing ‘fai da te” presso la sala Mario Falconi in Largo Nino Franchellucci, 69 (dietro la Coop). Ogni giorno dalle 16,00 alle 19,00 e durante le aperture straordinarie della sala Falconi potrete prelevare il vostro libro gratuitamente e senza alcuna tracciatura. Tanti libri tutti per te.

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org