Home  A.C. Vivere a Colli Aniene Territorio Segnalazioni Newsletter Le vostre e-mail Fotografie Archivio Notizie Convenzioni Concorso Letterario

Tra due settimane potrebbe essere riaperta l’area verde di Piazzale Loriedo… (forse!)

13 marzo 2019 - Tra qualche settimana potrebbe essere riaperta l’area verde di Piazzale Loriedo meglio conosciuta come il parco delle fontane. È quanto è emerso dalla Commissione Ambiente del IV Municipio che si è svolta questa mattina nell’aula del Consiglio di via Tiburtina. Il condizionale è d’obbligo perché al di là di qualche vaga promessa manca sempre la validazione del Dirigente Pubblico di turno che non è mai presente quando c’è da prendere una decisione importante per i cittadini. Ma andiamo per gradi altrimenti non si capisce di cosa stiamo parlando.

In rappresentanza del Dipartimento Ambiente del Comune di Roma ha preso la parola Massimo Lesti che ha fornito informazioni sulla situazione attuale: “Gli abusi edilizi che hanno portato alla chiusura dell’esercizio commerciale Dolce & Salato sono stati eliminati, come risulta dal verbale del sopralluogo che abbiamo effettuato. Al gestore, però, è stata ritirata la licenza commerciale e questa ultima questione va vista dal punto di vista amministrativo che interessa altri enti. Il Dipartimento ha contattato il gestore per addivenire ad un accordo sulla riapertura dell’area verde ma l’avvocato che rappresenta il vecchio gestore ha detto che il manufatto e il parco sono legati insieme e non si può aprire uno senza riaprire anche l’esercizio commerciale. Al di là di questa dichiarazione, l’ultimo sopralluogo ha evidenziato la necessità di intervenire sul parco prima della riapertura per la manutenzione indispensabile sul verde e la rimozione delle alberature cadute.

L’assessore Grifalchi ha evidenziato che solo da due settimane è venuto a conoscenza che l’area verde non è stata mai sottoposta a provvedimento di sequestro (ndr: noi lo sapevamo da vari mesi e lo avevamo fatto presente nella Commissione Ambiente del 8 ottobre 2018) e che la concessione è decaduta.

Il sig. Massimo Lesti ha ribattuto che non è stato mai fatto un verbale di ritiro della custodia.

Il Consigliere Emiliano Sciascia ha comunicato: “Dagli accessi agli atti risulta che la convenzione in realtà è un’adozione di area verde pubblica che al tempo non esisteva. Nel momento che viene a decadere l’accordo dovrebbe essere rimossa la recinzione, realizzata dal privato. Quella è un’area pubblica e deve essere riaperta per dare modo alla cittadinanza di usufruirne.

Dopo vari interventi dei Consiglieri Municipali e le continue schermaglie con il rappresentante del Dipartimento è intervenuta la Presidente della Commissione Ambiente Claudia Nastrucci che ha fatto presente alla platea: “Io oggi vorrei uscire da questa seduta con una tempistica per la riapertura dell’area verde.”

Il rappresentante del Dipartimento ha sostenuto: “Se il gestore non consegna le chiavi occorre fare un accesso forzoso con la presenza della Polizia Municipale. È un’operazione che si può fare subito ma occorre una Determina Dirigenziale firmata dal responsabile del Dipartimento Tutela Ambientale Marcello Visca”

Al che l’assessore Mariotti ha ribadito: “Se non si firma velocemente questa D.D. per rientrare in possesso dell’area pubblica mi assumo io la responsabilità di riaprire il parco insieme ai cittadini”. Queste sono le dichiarazioni che ci piacciono ossia quando l’amministrazione di prossimità si schiera apertamente dalla parte dei cittadini contro quella burocrazia che trova sempre cavilli per rimandare le cose.

13 marzo 2019 - NDR - In risposta ad alcuni commenti Facebook, che danno già per assodata la riapertura dell'area, non vorrei aver trasmesso false speranze per questo nel mio articolo ho usato il condizionale. Oggi ho visto l'impegno del Municipio a riaprire l'area ma ho avvertito anche una forte resistenza da parte del referente del Dipartimento Tutela Ambiente nel mettere in campo questa azione perchè poi lo stesso organismo dovrebbero curare la manutenzione del giardino. L'accesso forzoso all'area è una possibile azione che si poteva fare anche cinque mesi fa... nulla è cambiato da allora. L'area verde pubblica non è mai stata sotto sequestro perchè è un bene della comunità e la sua chiusura è stato un abuso. Quindi, io come tutti voi, ho speranza ma nessuna certezza.

7° CONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Scarica il Regolamento - Scadenza 30 Giugno 2019

Racconti, Libri e Poesie

 
Articoli letti: 2192971  
se apprezzi questo sito internet clicca mi piace su Facebook

 

www.collianiene.org - © copyright riservato - riproduzione vietata

Redazione giornale web 331-1333652

 

IN PRIMO PIANOCONCORSO LETTERARIO CATERINA MARTINELLI

Vai alla pagina dedicata al Premio Letterario... oppure Scarica il Regolamento del 7° Concorso Letterario Nazionale Caterina Martinelli di Roma - Scadenza 30 Giugno 2019

CONCORSO FOTOGRAFICO "ROMA EST, UN TERRITORIO DA RISCOPRIRE!" (Bando) - Scadenza 30 marzo 2019

I nostri soci Sostenitori
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
Questo spazio può essere tuo aderendo come Socio Sostenitore all'Associazione Vivere a Colli Aniene. Leggi come è possibile dare il tuo sostegno
L'associazione Vivere a Colli Aniene cerca persone volontarie che vogliano cimentarsi nel giornalismo, nel sociale e nella cultura a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni rivolgersi a associazione@collianiene.org